Intervista la scrittrice Valentina Parisani

Intervista a Valentina Parisani autrice di “Lei”.
Compra su amazon.it

La redazione del sito Recensione Libro.it intervista la scrittrice Valentina Parisani autrice del libro “Lei”

1. Dovendo riassumere in poche righe il senso del tuo libro “Lei”, cosa diresti?

Questo libro è un invito a far germogliare il meglio di noi, è un’esortazione a vivere la nostra vita nel ruolo di protagonisti, rendendo la nostra esistenza degna di esser vissuta e goduta.

2. Da dove nasce l’ispirazione che ti ha portato a raccontare una donna che ama la sessualità e si esprime attraverso di essa?

Attraverso la sessualità noi esprimiamo il nostro mondo. Il nostro corpo non è un semplice involucro, ma è un mezzo attraverso cui esprimiamo noi stessi. Il nostro sguardo, il tono della voce, la gestualità, la posizione del corpo, la capacità di sentirci a nostro agio e di lasciarci andare parlano per noi. E’ proprio nel nostro “metterci a nudo” che mostriamo le nostre insicurezze, i nostri istinti animaleschi, i nostri bisogni più autentici, le nostre paure e i nostri condizionamenti. Non dimentichiamo che il sesso è una necessità fisiologica primaria, come mangiare, bere e respirare.

3. Cosa vorresti che i lettori riuscissero a comprendere leggendo le tue parole? Quale segno vorresti lasciare in loro?

Prendiamo ciò che di bello la vita ha da offrirci. La vita non deve essere solo doveri e sofferenza, prendiamoci cura di noi stessi, ascoltiamo i nostri bisogni più autentici e soddisfiamoli quando possibile.

4. C’è qualcosa che avresti voluto aggiungere al libro, quando lo hai letto dopo la pubblicazione?

Sinceramente no, alcuni concetti li ho sintetizzati molto, altri aspetti vanno ricercati e letti tra le righe, ma per essere il mio primo libro mi sembra di aver scritto anche troppo, in poche pagine ho trattato argomenti molto complessi.

5. Se dovessi utilizzare tre aggettivi per definire “Lei”, quali useresti?

Travolgente, dolce e stimolante.

6. Cosa hai pensato quando hai messo il punto a questa storia?

Ho pensato che scrivere mi ha fatto bene, ho revisionato ed esplorato alcuni lati di me e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa, non credevo di riuscire ad esprimere a parole le emozioni forti. Ho sorriso, ho pianto, mi sono eccitata e mi sono anche accarezzata. E poi ho fantasticato ed è stato come compiere un bel viaggio con una persona cara.

Seconda parte intervista

7. Qual è stata la reazione di amici e parenti quando hanno letto il tuo romanzo erotico?

Sorprendente! Ho avuto molti riscontri positivi anche se mi hanno confessato che credevano stessi scherzando quando a volte dicevo di voler scrivere un libro e si aspettavano il solito banale libro erotico. Mia madre ha evitato di commentare la componente erotica del testo e si è soffermata sulle riflessioni. Altri vogliono che scriva il secondo libro.

8. Perché credi si debba leggere il tuo romanzo?

Perché Lei potrebbe farti vivere un viaggio emozionante.

9. Hai nuovi progetti? Stai scrivendo un nuovo libro? Puoi anticiparci qualcosa?

Ho molte idee interessanti ma al momento sto ancora gustando le emozioni di questo libro.

10. Qual è il romanzo che hai letto e ti ha più colpito emotivamente in quest’ ultimo anno?

“Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estés

11.Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

“Opus pistorum” di Henry Miller, troppo crudo per i miei gusti, ho interrotto la lettura dopo le prime pagine.

12. Adesso è arrivato il momento per porti da sola una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

Perché non sei più stata in grado di innamorarti? La risposta è nel libro!

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.