Intervista scrittore Fabrizio Arrigoni

Intervista scrittore Fabrizio Arrigoni autore del libro “Il caso delle probabilità”.

La redazione del sito Recensione Libro.it intervista lo scrittore Fabrizio Arrigoni autore del libro “Il caso delle probabilità”

1. Dovendo riassumere in poche righe il senso del tuo libro “Il caso delle probabilità”, cosa diresti?

Romanzo ambientato durante il lockdown, una donna perde la vita sull’asfalto, a pochi passi dal centro. Lo psicologo Gabriele Fueri, appesantito nel fisico e nello spirito dopo mesi di reclusione forzata, osserva dall’alto del suo appartamento: dai mocassini marroni, riconosce la paziente che è appena uscita dal suo studio, dopo una seduta più corta del solito. L’insistenza di un mago prestigiatore, che soffre di un grave disturbo bipolare, spinge Fueri a scoprire il collegamento tra la donna investita e la scomparsa di una ragazzina, avvenuta venticinque anni prima. Il filo rosso di potere e soldi si intreccia tra passato e presente, portando alla luce verità scomode.

2. Da dove nasce l’ispirazione che ti ha spinto a scrivere questo romanzo in cui il presente e il passato sono collegati in modo sorprendente?

Il periodo è stato molto pesante , anche per me nell’affrontare tutta la pandemia e proprio in questo periodo nel mio studio si sono presentati personaggi che non avevo mai avuto come dei religiosi, forze di polizia e anche un mago, tutto questo mi ha spinto a voler scrivere un libro giallo che descrivesse anche il periodo storico con tutte le sue sfacettature.

3. Cosa vorresti che i lettori riuscissero a comprendere leggendo le tue parole? Quale segno vorresti lasciare in loro?

Senz’altro la caratterista dei personaggi, come lo psicoanalista ed il mago che nonostante tutto non si perdono d’animo e iniziano ad indagare e non lasciano sospesa una storia mai risolta.
Investigare, indagare porta in luce il mistero, I latini, come svela l’etimologia della parola, hanno intuito la stretta parentela tra la scoperta, la cuirosità e la cura. Chi indaga, chi è curioso è colui che ha premura, che si prende cura. C’è qualcosa che avresti voluto aggiungere al libro, quando lo hai letto dopo la pubblicazione?

4. Se dovessi utilizzare tre aggettivi per definire “Il caso delle probabilità”, quali useresti?

Userei Curioso per la storia, Intrigante per le dinamiche che coinvolgono tutti gli attori, e contaminato dalla storia del lockdown.

5. Perché credi si debba leggere il tuo libro?

Perché oltre essere un libro giallo è un libro che fa vedere che quando abbiamo un orizzonte ci muoviamo e ci attiviamo, spesso la passività il vivere nascosti e apatici viene dal non avere un orizzonte. Mentre si legge il libro, in modo del tutto spontaneo la nostra mente visualizza oggetti, persone, situazioni e luoghi descritti e vissuti durante la pandemia, leggere “Il caso delle Probabilità” aiuterà a sollecitare la nostra capacità di immaginazione. Leggendo si vivranno certe esperienze, personali che ci aiuteranno a far rivivere ricordi e anche sorriderci sopra.

6. Hai nuovi progetti? Stai scrivendo un nuovo romanzo? Puoi anticiparci qualcosa?

Mi piacerebbe scrivere una continuazione del romanzo, come protagonista sempre lo psicoanalista Fueri che indaga su un altro caso che gli viene raccontato sempre nelle sedute di psicoanalisi

7. Qual è il romanzo che hai letto e ti ha più colpito emotivamente in quest’ultimo anno?

Ho letto “La libraia che salvò il libri” mi è piaciuto tantissimo per le rievocazioni storiche che fa.

8. Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

Inimicandomi qualcuno direi tutti i libri di Fabio Volo.

9. Adesso è arrivato il momento per porti da solo una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

E’ un libro autobiografico? Direi senz’altro di sì e anche terapeutico, ha aiutato me durante la pandemia.

Per maggiori informazioni: Edizioni Terra marique.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.