Intervista scrittrice Erika Zingaretti

Intervista a Erika Zingaretti autrice del libro “Alone – La magia dell’anima”.
Erika Zingaretti
Compra su amazon.it
Prezzo: € 16,00

La redazione del sito Recensione Libro.it intervista la scrittrice Erika Zingaretti autrice del libro “Alone – La magia dell’anima”

1. Dovendo riassumere in poche righe il senso del tuo libro “Alone – La magia dell’anima”, cosa diresti?

“Alone, la magia dell’anima” racconta le avventure di una giovane studentessa di un college molto particolare, il college “fatum”, dove i ragazzi con talenti straordinari studiano per riuscire a gestire questi doni dell’anima. La protagonista, Miriam, non riuscirà a gestire solo i suoi poteri ma anche a domare le ragioni del cuore che non sempre combaciano con ciò che è giusto.

Nel mio libro prevale maggiormente la complicità tra i protagonisti anche se si hanno idee diverse , il bene degli altri prima del proprio , il riuscire a superare insieme tutte le sfide anche le più difficili fidandosi l’uno dell’altra ed il filo conduttore di queste emozioni è l’amore. Per cui credo che il senso del mio libro sia l’amore in ogni sua forma, nel bene e nel male.

2. Da dove nasce l’ispirazione per questo fantasy in cui racconti di amore, di vendetta, di lotta e di sentimenti contrastanti?

L’ispirazione nasce da un sogno nel vero senso della parola, sono sempre stata una grande sognatrice ed è grazie a questa fortuna che sono riuscita a realizzarne uno.

3. Cosa vorresti che i lettori riuscissero a comprendere leggendo le tue parole? Quale segno vorresti lasciare in loro?

Il mio desiderio è quello di riuscire a far comprendere ai lettori l’importanza di non arrendersi, di non perdere mai la speranza perché anche nei momenti più bui prima o poi la luce tornerà a brillare.

4. C’è qualcosa che Erika Zingaretti avrebbe voluto aggiungere al libro, quando lo ha letto dopo la pubblicazione?

In realtà no, credo di averlo letto e modificato talmente tante volte che sono arrivata al punto di aver messo tutto quello che volevo nel testo e non cambierei neanche una virgola.

5. Se Erika Zingaretti dovesse utilizzare tre aggettivi per definire “Alone – La magia dell’anima”, quali userebbe?

Coinvolgente, magico e avvincente.

6. Cosa hai pensato e provato quando hai messo il punto a questa storia?

Effettivamente non ho messo il punto a questa storia, perché le avventure di Miriam non sono finite qui infatti non c’è un vero finale nella storia ma l’inizio di un nuovo anno scolastico che non comincia nei migliori dei modi.

7. Mentre scrivevi la storia, hai mai pensato al pubblico a cui ti stavi rivolgendo, se giovani o adulti, e a come avrebbero reagito?

Durante lo sviluppo di “Alone” non mi sono soffermata sui pensieri delle vendite o a quale età sarebbe potuto interessare maggiormente, ho solo scritto quello che più sentivo mio, quello che interessava a me con la speranza che sarebbe piaciuto.

8. Perché credi si debba leggere il tuo libro?

Sono un’amante della lettura e leggo soprattutto libri che riescano a farmi immedesimare nei protagonisti o comunque nella storia che sto leggendo come se la vivessi in prima persona, questi è quello che ho desiderato mentre scrivevo il mio libro e credo di esserci riuscita vivendole io stessa mentre le scrivevo. Quindi se si ha il piacere di vivere anche solo con la mente una storia diversa dalla propria il mio libro fa al caso loro.

9. Hai nuovi progetti? Stai scrivendo un nuovo libro? Puoi anticiparci qualcosa?

Come ho già detto il libro non termina con il punto alla fine della storia, ma lascia intendere che ci sarà un seguito ed è così. Nella mia testa “Alone la magia dell’anima” nasce come una trilogia di cui ora ho gettato le basi. Il prossimo capitolo delle avventure di Miriam non si svolgerà all’interno della scuola ma in diversi luoghi, affronterà un viaggio pericoloso quasi completamente sola o per lo meno senza il supporto di chi ama, dettato dal gesto improvviso di Drake. Vi lascio questa anticipazione senza aggiungere altro.

10. Qual è il romanzo che hai letto e ti ha più colpito emotivamente in quest’ultimo anno?

Ho avuto molto poco tempo da dedicare alla lettura nell’ultimo anno, ne ho poco anche per scrivere infatti “Alone” l’ho scritto interamente di notte quando tutti dormono, compresi i miei figli, però posso dirvi quali sono i miei autori preferiti di cui leggo e rileggo continuamente i libri.

Partiamo da Licia Troisi che è la mia scrittrice fantasy preferita, ho adorato tutti i suoi libri ma in particolare modo la saga di Nihal (Cronache, leggende e guerre del mondo emerso). Mi piace molto anche la scrittrice Lauren Kate della saga Fallen: Torment, Passion e Rapture che amo alla follia. Così come Federica Bosco (Innamorata di un angelo) Anna Todd (After) ed è inutile dire quanto io ami Harry Potter.

11. Quale libro la scrittrice Erika Zingaretti non consiglierebbe mai a nessuno?

Non c’è un libro che non consiglierei anche perché i gusti variano da persona a persona e ciò che piace a me non piace a te. Inoltre sono del parere che se non provi non puoi sapere se potrà piacerti quindi come spesso si dice “ non si giudica un libro dalla copertina” si va fino in fondo, tutto può sorprenderci e noi dobbiamo permetterglielo.

12. Adesso è arrivato il momento per porti da sola una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

Spesso mi chiedono come sono riuscita a scrivere un libro con due bambini piccoli come se fosse una cosa assurda, una cosa non da tutti, in realtà non credo di aver fatto chissà che perché tutti possono prendere in mano una penna e scrivere ma la domanda che mi sono sempre posta è “sarò in grado o è meglio non perdere tempo?”

Perché di dubbi ne ho avuti tanti e anche di momenti di sconforto quando per mancanza di tempo non riuscivo a scrivere neanche una frase mentre nella mia testa era già tutto formato. Ne sarà valsa la pena? Non lo so, a me basta essere riuscita a realizzare un sogno e scoprire che rileggendolo provo le stesse emozioni dei protagonisti non vedendo l’ora di arrivare alla fine anche se lo conosco a memoria. Spero di essere riuscita a spiegarmi.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.