Intervista Valerio Cattini autore libro “L’Ara di Endret”

Intervista scrittore Valerio Cattini autore del libro “L’Ara di Endret - Le stirpi degli Arkaadi”.
Compra su amazon.it

La redazione del sito Recensione Libro.it intervista lo scrittore Valerio Cattini autore del libro “L’Ara di Endret – Le stirpi degli Arkaadi”

Dovendo riassumere in poche righe il senso del tuo libro “L’Ara di Endret – Le stirpi degli Arkaadi”, cosa diresti?

Essendo un’avventura fantasy ho cercato di inserire sia degli aspetti personali che degli interrogativi in ciò che ho scritto. Il senso generale del racconto è affine alla voglia di evadere dalla realtà di oggi, prendendo spunto dalle vicende narrate nella storia per poi invitare il lettore a riflettere su alcuni temi quali l’ordinamento geopolitico moderno, la carenza di religiosità e di manifestazioni tangibili della stessa (parlo di qualunque religione).

Inoltre ho cercato di invitare chi legge a dover credere sempre in se stessi, ambendo a qualcosa di più, come ha fatto ad esempio Emmerik (uno dei protagonisti) con la propria carriera militare!
Siamo al terzo capitolo della saga. A quale dei tuoi tre romanzi sei più legato e perché? Nessuno! La stesura di tutto mi ha talmente appassionato che mi resta difficilissimo scegliere. Amo ciò che ho creato nel suo intero.

Cosa vorresti che i lettori riuscissero a comprendere leggendo le tue parole? Quale segno vorresti lasciare in loro?

Come ogni scrittore di genere fantasy ci si augura che chi abbia letto o leggerà questa storia ne ricordi l’azione e la magia che la caratterizzano. Spero di lasciare in loro un bel ricordo e stimolare la loro immaginazione!

C’è qualcosa che avresti voluto aggiungere al libro, quando lo hai letto dopo la pubblicazione?

No, sono molto contento così. Sono un amante di certi dettagli ed ho lavorato molto sull’aspetto grafico e storico dell’opera per creare un ottimo background riguardo lo spaziotempo presente nella saga con tanto di brevi cenni sugli stati e sui popoli. Mi auguro di non aver dimenticato nulla!

Se dovessi utilizzare tre aggettivi per definire “L’Ara di Endret – Le stirpi degli Arkaadi”, quali useresti?

Magico, passionale, impegnativo.

Qual è il filo conduttore tra i tuoi tre libri?

L’evoluzione di un periodo denso di minacce e che sembra peggiorare di istante in istante. I protagonisti hanno affrontato ognuno un proprio percorso evolutivo, intrecciando le loro storie tra loro per portare a compimento il proprio dovere. Come i tasselli di un grande puzzle. A differenza di molte storie fantasy dove si parla sempre e comunque di qualcuno sull’orlo della catastrofe, qui ho voluto parlare di un gruppo di nazioni che si vengono minacciate ma che mettono in campo un’enorme apparato bellico difensivo battendo con la forza l’avversario. Non vedo perché nel fantasy i buoni debbano sempre essere pochi e deboli a tutti i costi!

C’è un personaggio a cui sei più legato?

Domanda difficile! Amo l’imprevedibilità e la forza di Bardas, e ammiro la determinazione e l’orgoglio di Emmerik. Shani è l’essenza della bellezza, Ruimos lo è della saggezza. Forse sceglierei Bardas? Chiedo l’aiuto del pubblico!

Perché credi si debba leggere il tuo libro?

Semplice evasione, voglia di pensare a qualcosa di nuovo e fantasioso.

Hai nuovi progetti? Stai scrivendo un nuovo saggio? Puoi anticiparci qualcosa?

Sto lavorando ad un nuovo progetto dove si narrano le vicende all’origine di quanto narrato ne Le Stirpi degli Arkaadi. Sarà qualcosa un po’ più “da adulti”, con molto weird e scene ad alta temperatura!

Hai uno scrittore di riferimento a cui ti ispiri?

Andrzej Sapkowski mi ha molto affascinato con la sua saga sullo strigo. L’azione descritta da lui nei
combattimenti mi ha rapito sin da subito, è di certo la mia fonte di ispirazione per molte scene.

Qual è per te il romanzo che tutti dovrebbero leggere?

Dico La Spada del Destino di Sapkowski!

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.