Trama e recensione libro “Klara e il Sole” di Kazuo Ishiguro

Citazione "Forse tutti gli umani sono tristi, almeno potenzialmente."
Klara e il Sole
Compra su amazon.it
Prezzo: € 19,50

“Klara e il Sole” di Kazuo Ishiguro il degno ritorno in libreria del Premio Nobel

Sarete rapiti dalla lettura del libro “Klara e il Sole” di Kazuo Ishiguro, pubblicato nel 2021 dalla casa editrice Einaudi.

Lo scrittore di origini giapponesi ci ha abituato a una qualità elevatissima, in particolare con il romanzo “Non lasciarmi”, da cui è stato tratto anche un film.

Non a caso è stato vincitore del Premio Nobel nel 2017, i suoi libri hanno la consistenza dei sogni, ma sono comunque radicati bene nel terreno della vita.

La trama di “Klara e il Sole” è semplice, nonostante inizialmente il libro appaia leggermente ostico con i suoi nomi strani e l’ambientazione che viene chiarita poco dopo.

Recensione libro “Klara e il Sole” di Kazuo Ishiguro

In un negozio di androidi c’è Klara, una dei tanti oggetti speciali che attendono di essere adocchiati da qualche bambino che se ne innamori e lo chieda in regalo. Klara è un androide AA, ovvero Amico Artificiale. Anche se ci sono modelli più avanzati rispetto al suo, lei ha qualcosa che la rende unica: è empatica.

Durante il suo periodo di permanenza in vetrina, viene notata da Josie, una bambina che le promette di tornare da lei; deve prima convincere la madre che Klara sia l’androide adatto. Josie è una bambina speciale, affetta da una malattia che potrebbe condurla alla morte.

Quando finalmente la piccola, dopo tanti giorni di assenza, torna nel negozio per acquistare Klara, l’androide è felice di aver creduto in Josie.

Tra le due si instaura un rapporto raro e insieme affronteranno la vita e la crescita. Klara si nutre del sole e ha sete di conoscenza, osserva ogni cosa e analizza l’esterno con la sua sensibilità. È attraverso di lei che viviamo questa storia fantastica. Il lettore è condizionato dalle sue osservazioni, dalle sue deduzioni e dal mondo in cui interpreta ogni sensazione.

Klara è il nostro filtro e riesce a essere empatica anche con il lettore, che si troverà al suo fianco al momento di scelte difficili da prendere. Lotterà con lei per cercare la soluzione e salvare la piccola da un male che sembra risucchiare le sue energie.

Commento libro di Kazuo Ishiguro

Kazuo Ishiguro ha scritto un libro geniale, per nulla scontato. Un romanzo che approfondisce il rapporto tra l’uomo e la macchina, o meglio tra l’uomo e questa tecnologia dilagante che diventa sempre di più nostra compagna di vita.

Sono tante le riflessioni che scaturiscono da questa lettura, soprattutto di natura etica. Ma ciò che maggiormente colpisce è il rapporto simbiotico che si viene a creare tra la quattordicenne e il suo Amico Artificiale.

Un altro aspetto che tende a diventare l’immagine principale, passando dallo sfondo all’evidenza è come la macchina possa mostrarsi umana e in alcuni casi l’uomo possa apparire asettico.

E poi c’è una madre che appare a tratti distaccata, coperta da un velo che non la mostra per com’è. Una donna che sembra esistere in un altro mondo, distante dalla figlia, ma anche da se stessa. Una donna presa completamente dalla carriera. Ci sono tanti altri personaggi che fanno da cornice a “Klara e il Sole”, ma alla fine due soltanto meritano totale dedizione.

Al di là dello stile impeccabile e della forma ben delineata, questo libro è accogliente e vibrante.

Condividi che fa bene

Voto libro 4 su 5
Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.