Zetafobia
Zetafobia

Recensione Libro L’evaso

Una fonte anonima aveva informato le forze dell’ordine che all'origine di tutto poteva esserci Perrine. L’anonimo informatore aveva riferito che alcuni mesi prima Perrine aveva offerto alla mafia americana una specie di alleanza, che però era stata rifiutata.
Recensione Libro L’evaso

Prezzo: € 16,90

Di cosa parla L’evaso di James Patterson e Michael Ledwidge

James Patterson, autore da 325 milioni di libri venduti, ha pubblicato nel 2016 L’evaso con la casa editrice Longanesi. Un thriller scritto a quattro mani con Michael Ledwidge.

Di ogni 15 libri venduti negli USA, 1 è di Patterson, mentre nella sola Italia lo scrittore americano ha venduto oltre 3,5 milioni di copie. Credo davvero non ci sia molto altro da aggiungere per invogliare un lettore che non ha avuto il piacere di incontrarlo lungo il cammino, di leggerlo.

Questo nuovo romanzo intitolato L’evaso ha un ritmo serrato che coinvolge immediatamente, coadiuvato da un linguaggio veloce e diretto e una trama che fa entrare subito nel vivo della storia.

Sesto volume della serie che vede protagonista Michael Bennet, un personaggio ben delineato, con cui si crea un immediato feeling.

Trama del romanzo L’evaso

L’evaso riprende da dove si era concluso il precedente thriller Il prigioniero, ovvero dall’evasione di Manuel Perrine, il boss del più importante cartello messicano della droga.
Chi ha letto Il prigioniero è rimasto con tanti dubbi e il desiderio di scoprire a cosa avrebbe condotto l’evasione. Ora gli interrogativi hanno trovato risposta.

L’artefice dell’arresto di Perrine, il detective Michael Bennett, è nei guai: da quando il boss è scappato la sua vita, e quella dei suoi familiari, è in pericolo. Adesso fa parte del programma protezione testimoni e assieme ai suoi figli e alla giovane tata è confinato in una fattoria sperduta in campagna. Perrine si vuole vendicare per il suo arresto e perché il detective gli ha ucciso la moglie.

Il boss inoltre ha anche mire espansionistiche, il suo obiettivo è di allargare il suo giro e diventare il narcotrafficante più importante di tutti i tempi. Comincia a uccidere i suoi rivali per gestire il cartello della droga anche negli Stati Uniti.

“… era un gioco di potere senza precedenti. La mafia americana gestiva il mondo del crimine da… quanto? Dai tempi del proibizionismo? E, a quanto pareva, Perrine era determinato a cambiare radicalmente la situazione.”

 

L’FBI senza non sapere come muoversi, non ci sono tracce del boss nonostante le tante vittime mietute e si teme che il suo potere possa prevaricare qualunque legge e superare qualsiasi forza contrastante. Non può fare altro che rivolgersi al detective Bennett, sperando abbia un’idea brillante o un’ispirazione per incastrare il narcotrafficante.

A convincerlo a partecipare alla cattura, sperata, del boss viene mandata una sua ex collega con cui Michael dovrà ideare un piano.

Commento al libro L’evaso

Una trama densa di pathos, una storia unica ma al tempo stesso molto più reale di quanto si possa immaginare, personaggi ben descritti e il giusto risalto all’aspetto psicologico rende L’evaso un thriller godibile.

Il ritmo, il linguaggio, la storia, i personaggi, ogni cosa è calibrata al meglio per coinvolgere totalmente il lettore. Persino capitoli brevi e frasi semplici ma dirette fanno di questo thriller un bel libro consigliato agli amanti del genere.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.