Recensione e trama libro “La bambina sputafuoco” di Giulia Binando Melis

Citazione “La cosa che più mi fa venire i dubbi è che a volte sono contenta di essere a Campo San Giorgio e altre volte di essere ancora dentro l’ospedale e mi viene il terrore che con la storia del dimenticare le cose la notte abbia esagerato e io mi sia scordata col sonno qual è davvero casa mia.”
la bambina sputafuoco
Compra su amazon.it

“La bambina sputafuoco” di Giulia Binando Melis: libro rivelazione del 2022?

“La bambina sputafuoco” di Giulia Binando Melis è un libro commovente, sconvolgente, vero. Una storia vera, quella della scrittrice, che ha sentito l’esigenza di condividere i giorni più difficili della sua vita. Quelli legati alla scoperta della malattia, che l’ha tenuta in ospedale a lungo. Ma tra quelle mura che mettono paura e danno allo stesso tempo conforto, la protagonista del libro trova la sua seconda casa, amici e persone che la sostengono.

Il libro “La bambina sputafuoco” è stato pubblicato nel 2022 dalla casa editrice Garzanti e grazie al passaparola e ai commenti positivi dei lettori è diventato subito un caso editoriale.

La storia è semplice, una di quelle che non vorremmo mai accadesse, ma che piomba come un macigno sul petto in modo improvviso.

Trama libro “La bambina sputafuoco” di Giulia Binando Melis

A Mina viene diagnosticata una malattia e la sua giovane età non le permette di capire l’impatto sconvolgente che avrà fuori e dentro di lei. Se ne rende conto subito però, giorno dopo giorno, in quel lungo tempo che trascorre chiusa in ospedale. Per lei non esistono momenti normali, ma solo difficili, da assimilare, da contrastare.

Certo c’è l’amore dei genitori, la presenza rassicurante della sorella e rapporti che in quell’ospedale diventano essenziali, ma spesso sarebbe meglio sparire. Non è l’unica a vivere la rabbia, il dolore, la paura, lo sconforto, la voglia di crearsi mondi immaginari.

Come lei anche Lorenzo, che diventerà suo grande amico, prova tanti sentimenti ed emozioni contrastanti. E insieme mettono in piedi un piano di fuga, hanno voglia di assaporare la libertà, la normalità e la spensieratezza della loro età che a causa della loro malattia non possono vivere. Riusciranno a trovare ciò che cercano? Saranno inondati dalla luce di un cielo accogliente? Saranno accolti dal mondo che è fuori dall’ospedale?

Quando manca il respiro, quando qualche loro compagno di sventura se ne va, quando non si trova più il coraggio necessario per affrontare la grande sfida, ecco che sopraggiunge la fantasia, l’immaginazione…

Commento libro

Attraverso questa storia impariamo a conoscere meglio i nostri sentimenti, a dare meno ascolto alle fragilità inutili, quelle legate a cose di poco valore. E poi impariamo a sperare, a credere nel potere dell’immaginazione, capace di aprire spiragli sorprendenti di luce in mezzo al buio accecante.

Leggendo “La bambina sputafuoco” si apre la mente, soprattutto il cuore, si accoglie la storia di Mina e quella di tanti bambini che come lei hanno subito il dolore e la paura e la voglia di scappare legati alla malattia.

In alcuni passaggi questo libro di Giulia Binando Melis mi ha ricordato “Colpa delle stelle”, nonostante le differenze. Ma l’ho trovato ugualmente ispirato, delicato e illuminante.

La scrittura è veloce, alcuni passaggi forse un po’ rimarcati, il linguaggio sembra in molti passaggi simili a quelli di una ragazzina, il che fa ancora di più immedesimare nella storia. Questa storia è davvero bella.

Questo libro vi farà sentire sia la bambina impaurita, coraggiosa e fragile, sia i genitori che si sentono impotenti, che amano e soffrono, sempre presenti.

Inoltre i ringraziamenti dell’autrice mi hanno commosso più delle vicende narrate, per l’autenticità e concretezza, soprattutto per quella brevissima favola narrata in conclusione, che lascia senza fiato.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.