Recensione Libro La comunità oscura

Citazione “… la notte e la morte hanno lo stesso colore.”
La comunità oscura
Compra su amazon.it

Di cosa parla La comunità oscura di Mario Grasso

La comunità oscura di Mario Grasso, pubblicato da Le Mezzelane Casa Editrice, è un thriller la cui trama è intessuta con cura. Il libro è ambientato a Bari prima della festa di San Nicola. Il corpo di una donna, privo di vita, viene trovato in un cimitero.

Dopo essere stato massacrato, è stato abbandonato vicino a una lapide rotta, un crocifisso spezzato, il mozzicone di una candela nera e un volantino di San Nicola con una frase inquietante che parla di diavoli e draghi.

“Angiulli mantenne lo sguardo su quella scritta senza tradire alcuna emozione, e ripeté fra sé e sé le parole per fissarle nella mente, ma anche per cercare nei meandri della memoria qualcosa che potesse spiegarne il significato.”

L’assassino ha voluto lasciare indizi o ci troviamo dinanzi ai resti di un rito satanico? Questi sono i primi interrogativi che vengono in mente al lettore, che così comincia ad addentrarsi nella storia e a seguire il caso accanto al commissario Angiulli, colui che se ne occuperà.

L’indagine si profila sempre più complicata, è difficile mettere assieme i pezzi e avere un quadro completo della situazione: sembra esserci qualcosa di grosso dietro la morte di questa donna e bisogna capire cosa sia.

Il caso ha bisogno di un’interpretazione differente, di una mente che vada in profondità e sia esperta di riti satanici, per questo viene chiesto l’aiuto all’antropologa Letizia Fanelli.

Bastano tre giorni soltanto per portare nuovo scompiglio tra i poliziotti e le persone, perché viene commesso un secondo omicidio che per tipologia assomiglia al precedente. Anche in questo caso viene ritrovato il volantino di San Nicola, ma il messaggio è differente. Forse è proprio questa la strada da seguire: cercare di chiarire il significato dei testi.

A questo punto della storia La comunità oscura, viene coinvolto un’altra persona, Vanni Ossarg, un giornalista investigativo, che deve fare i conti anche con un terzo messaggio lasciato accanto al corpo di una bambina ritrovato sul lungomare.

“Angiulli aprì i fascicoli dei tre omicidi, il terzo ancora molto scarno, e rilesse per l’ennesima volta verbali, relazioni e annotazioni, alla ricerca di qualcosa che confermasse o smentisse il legame fra i tre eventi, al momento rappresentato dagli strani volantini lasciati sui luoghi di ritrovamento dei corpi e dall’arma utilizzata.”

Le indagini procedono lentamente, ognuno dei coinvolti comincia a farsi un’idea di quel che è accaduto e cerca di arrivare alla soluzione, ma ci vuole molto intuito per decifrare i messaggi e capire chi sia il terribile assassino.

Con un ritmo veloce, sempre nuovi elementi che fanno da motore e trascinano la storia, una scrittura diretta che mira al cuore degli eventi principali La comunità oscura di Mario Grasso è un libro che si fa leggere con piacere e stuzzica la curiosità del lettore, inducendolo a partecipare, dall’esterno, all’indagine.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.