Quantica
Quantica

Recensione libro La leggerezza del tempo

Una giovane e forte Edith Piaf cantava: no, je ne regrette rien.
Recensione libro La leggerezza del tempo

Prezzo: € 13,90

Di cosa parla La leggerezza del tempo di Elisa Nobile

Marco grazie a un regalo della moglie, Sara, riprende in mano i pennelli e ricomincia dopo anni a dipingere.

La sua giovane vita è segnata dalla precarietà, dal tradimento da parte del suo primo amore, e quando sembra che la routine abbia preso il sopravvento, arriva l’inaspettata notizia che Alessandro, suo fratello, sta molto male. Bulimia nervosa, in una declinazione maschile più rara, ma altrettanto pericolosa.

Inizia così un periodo di grandi cambiamenti; con grande coraggio, Marco si fa carico della difficile situazione e si schiera al fianco del fratello, ma non è solo, ad aiutarlo vi è sua moglie Sara.

La leggerezza del tempo è un romanzo breve ma molto intenso, della giovane scrittrice siciliana, Elisa Nobile, pittrice affermata. L’io narrante è un protagonista “uomo” a cui una scrittrice “donna” dà voce. Eppure i pensieri, i sentimenti, le emozioni, il mondo psicologico del giovane Marco sono narrati e descritti in perfetta armonia.

Il racconto interiore della propria vita, con i momenti positivi, conoscere e sposare Sara, e quelli negativi, ovvero il tradimento di Ginevra, il suo grande amore, così come i problemi lavorativi e infine la malattia del fratello, sono analizzati in maniera profonda e presentati con uno stile veloce, avvincente e con l’intersecarsi di autoironia e melanconici monologhi interiori.

Marco si salverà grazie al suo coraggio, a Sara, grazie all’amore verso il fratello e attraverso la riscoperta delle piccole cose, delle gioie minuscole che si nascondono nei dettagli di ogni giorno, che lo condurranno verso una nuova concezione dell’esistenza stessa, conquista dopo conquista.

Attraverso i pensieri e le affermazioni che Marco fa, noi lettori scopriamo la sua weltanschauung, le sue idee sulla vita, sul futuro, sul matrimonio e in particolar modo sule malattie alimentari.

Elisa Nobile nel libro La leggerezza del tempo attraverso la storia di Alessandro fa una disamina precisa della bulimia e delle sue conseguenze fisiche e psicologiche. Man mano che Alessandro migliora, anche Marco cambia e riflette sulla crisi esistenziale che lo sta attanagliando.

La leggerezza del tempo è un romanzo che ci accompagna con la mano attraverso il senso delle cose che per anni non realizzi e poi all’improvviso, epifanicamente, una mattina comprendi.

Quello di Elisa Nobile è un romanzo che ti fa riflettere, e tanto, sugli inutili e insensati conflitti personali, nazionali e internazionali e sull’importanza di riaccendere sempre una speranza nella nostra vita.

Recensione scritta da Milena Privitera

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.