Recensione libro La libreria dove tutto è possibile

Un libro è come un fiammifero nell’attimo fumante tra lo strofinamento e la fiamma.
Quattro
Recensione libro La libreria dove tutto è possibile

Prezzo: € 17,90

Trama e commento del libro La libreria dove tutto è possibile di Stephanie Butland

Pubblicato l’8 febbraio 2018 dalla casa editrice Garzanti, La libreria dove tutto è possibile di Stephanie Butland è un romanzo per chi ama i libri.

Loveday Cardew lavora in una piccola libreria di York, se la guardi da vicino potresti intravedere, tatuati sulla sua pelle, le prime righe dei romanzi che ama maggiormente.

Lei stessa confesserà più di una volta di amare più i libri che le persone. Perché è attraverso le loro pagine che la giovane libraia riesce a comunicare le emozioni e i sentimenti più profondi: la solitudine di Anna Karenina; la gioia di vivere di La fiera della vanità; le passioni travolgenti di Cime tempestose.

Loveday è introversa, spesso pungente, il suo unico e vero amico è il proprietario della libreria che la tratta più come una di famiglia che il suo capo. Archie è un gentiluomo robusto e socievole, adora Loveday come un padre e la chiama la sua piccola “orfanella smarrita”.

Un giorno Loveday trova per caso un libro di poesie per strada. Come farebbe un vero bibliofilo, lo porta in libreria e mette un cartello in vetrina con i dettagli del libro. Questo piccolo evento apparentemente irrilevante influenzerà profondamente la vita dei tre affascinanti personaggi creati dalla Butland.

I custodi del cigno

Nathan Avebury, un poeta e un mago, legge il cartello ed entra per reclamare il suo libro. Tra i due nasce una storia. Loveday cucina per Nathan dolci al cioccolato che ricopre di buon gelato alla crema, ma quando abbracciata con lui sul divano di casa li mangia ancora caldi allora iniziano i ricordi.

Un lungo flashback porta così il lettore a quindici anni prima e precisamente ai giorni dell’infanzia di Loveday a Whitby. Il suo passato è un segreto ben custodito che non è rivelato fino alla fine del romanzo La libreria dove tutto è possibile.

Sappiamo che ha sofferto un grande trauma nella sua infanzia, ha perso tutto ciò che conosceva e amava in una notte indescrivibile. E adesso qualcuno che conosce il suo passato, sta cercando di mandarle un messaggio facendole recapitare dei pacchi di libri, gli stessi con che leggeva allora. Lei non può più nascondersi.

Commento del libro La libreria dove tutto è possibile

La libreria dove tutto è possibile di Stephanie Butland è un romanzo avvincente, un esordio brillante, che tratta di temi importanti come la violenza all’interno delle mura famigliari, l’affido, la solitudine, gli incontri che cambiano la vita, il passato che ritorna sempre.

Nel suo rifugio, la libreria di York, un poeta e un amico la vogliono aiutare e a un certo punto misteriosi pacchi ricolmi di libri le vogliono ricordare la sua infanzia, Loveday si rende conto che non può più continuare a nascondersi e a fare finta di niente: se vuole costruirsi un futuro diverso, migliore, deve affrontare quel passato che ha fatto di tutto per lasciarsi alle spalle.

Recensione scritta da Milena Privitera

Acquista su Amazon.it

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.