Un amore di poesia
Un amore di poesia

Recensione Libro La piccola libreria dei cuori solitari

Gli scaffali erano pieni di volumi, ciascuno dei quali aspettava di essere acquistato per far vivere un’avventura al suo lettore. Per farlo innamorare. Forse le parole stampate su quelle pagine erano quelle che il lettore stesso sentiva da tanto tempo in fondo alla sua anima, ma che non era mai riuscito a pronunciare ad alta voce.
Anche fare il nonno e un mestiere
Recensione Libro La piccola libreria dei cuori solitari

Prezzo: € 17,90

Di cosa parla La piccola libreria dei cuori solitari di Annie Darling

Un romanzo godibile La piccola libreria dei cuori solitari (Sperling & Kupfer, 2017) di Annie Darling, una storia semplice, forse di quelle già lette centinaia di volte ma che ti fa piacevole compagnia per qualche giorno.

I personaggi diventano talmente familiari che sembrano essere nostri amici di vecchia data, persone con cui condividere il tempo, l’amore per i libri e la voglia di cambiare la propria vita.

Trama del libro La piccola libreria dei cuori solitari

Una libreria affascinante, Bookends, punto di ritrovo per i lettori appassionati, sembra arrivata alla fine dei suoi giorni, quando la proprietaria muore lasciandola un attimo prima che fallisca. Ma un luogo così bello, che trasuda amore non può chiudere o diventare un residenze di lusso per imprenditori che inseguono solo i soldi.

I sogni di chi ci ha lavorato per anni, condividendo con i colleghi gioie e dolori, non possono essere infranti e la magia pare funzionare anche quando tutto sta per crollare.

Posy riceve in eredità per due anni la libreria dalla donna, Lavinia, che l’ha trattata come una figlia accogliendola tra i libri e nella sua vita sin da piccola e soprattutto dopo la morte dei genitori avvenuta in un incidente.

Posy non riesce a crederci che Bookends sia diventata sua, ma un attimo dopo deve fare i conti con una realtà difficile: non crede di possedere le competenze per far rifiorire la libreria, ormai indebitata totalmente. Inoltre deve combattere quotidianamente con il nipote di Lavinia, l’uomo più sgarbato di Londra che ostacola i suoi piani.

Congiura

L’idea di Posy è di far diventare la libreria un luogo di ritrovo per gli amanti dei romanzi d’amore, da quelli più leggeri come i romanzi rosa agli young adult, passando per i bestseller fino ai classici, come i romanzi di Jane Austen o della Bronte.

“Ciascun libro prometteva a chi lo leggeva che, indipendentemente dalle prove e dai tormenti che la vita avrebbe potuto infliggergli, poteva esserci un lieto fine.”

La nuova proprietaria deve ristrutturare il locale, riuscire a pagare i colleghi, rifornire gli scaffali e inventarsi qualche buona idea per diventare un cuore pulsante che attiri i lettori.

Sebastian, il nipote della vecchia proprietaria, non è d’accordo e per quanto non abbia voce in capitolo, almeno per i prossimi due anni, non vuole sentirsi mai dire di no e prende decisioni senza interpellare gli altri.

Ma questo ragazzo bello e dannato, per quanto appaia antipatico e despota per gran parte del romanzo La piccola libreria dei cuori solitari, dimostra, giorno dopo giorno, di tenerci a quella libreria e al futuro di chi lavora lì, in particolare a Posy.

Nella fantasia di Posy lui diventa il principe azzurro protagonista di un romanzo che sta scrivendo, ma forse il sogno può diventare realtà e l’odio trasformarsi in un sentimento di affetto puro e passionale.

Commento del libro La piccola libreria dei cuori solitari di Annie Darling

Una storia semplice, con piccole difficoltà da affrontare, dolori che hanno provocato ferite da cicatrizzare, una sana amicizia che lega i protagonisti e un amore a lieto fine che scalda il cuore.

La piccola libreria dei cuori solitari è uno di quei libri da leggere con spensieratezza, quando ci si vuole lasciare coinvolgere da storie d’amore che per quanto scontate sono ben accolte dal lettore in cerca di sogni che si realizzano almeno nei romanzi.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!