La porta socchiusa di Valentina Morpurgo: recensione libro

Totalmente sola, abbandonata, unica responsabile della creaturina che dormiva nella stanza accanto, distesa al fianco di un uomo che avrebbe dovuto per lo meno accorgersi che stavo diventando il fantasma di me stessa nonostante tenessi duro.
Tavino
La porta socchiusa di Valentina Morpurgo: recensione libro

Prezzo: € 15,00

Trama, recensione e commento libro La porta socchiusa di Valentina Morpurgo

Basta leggere le prime due pagine del libro La porta socchiusa di Valentina Morpurgo per capire che questa storia prenderà la testa e il cuore.

Attraverso la voce di Perla, la protagonista del romanzo, scopriamo la sua storia, come se stessimo leggendo il suo diario segreto. Una storia scritta di getto, con la sola voglia di raccontare.

Dolore e angoscia, ma allo stesso tempo voglia di rivalsa e tanta speranza sono i sentimenti che traspaiono dalle sue parole.

Trama libro La porta socchiusa

Perla è una donna piena di insicurezze e paure, che ha vissuto nell’illusione che il rapporto con il suo uomo potesse cambiare.

Fabio inizialmente pare non avere carattere. È una persona facilmente influenzabile dai genitori che non apprezzano Perla, non ritenendola all’altezza del figlio. Per questo suo modo di essere infantile e la poca determinazione che ha, il loro legame vive forti difficoltà.

La manovra

Nonostante il loro rapporto sia altalenante e sia ostacolato dai genitori di lui, i due non solo decidono di stare assieme ma addirittura di sposarsi. Ciò crea una frattura tra le famiglie fino a quando vengono al mondo le loro due figlie.

Da questo momento in poi della storia, le cose sembrano andare in frantumi, i problemi non si affrontano e delle difficoltà non si discute neppure. Fabio inizia a mostrare un lato del carattere violento, che non ammette repliche e gestisce completamente la vita di Perla.

Commento libro di Valentina Morpurgo

Nel libro La porta socchiusa la scrittrice Valentina Morpurgo ci racconta di un amore malato, di violenza non solo psicologica ma anche fisica.

Durante lo scorrere delle pagine del romanzo il lettore avrà la possibilità di conoscere due Perle diverse. Quella che soccombe, che soffre, che si lascia sopraffare e quella che in qualche modo è consapevole che nulla cambierà se non sarà lei a volerlo.

Sicuramente il lettore proverà empatia verso Perla, e molte donne potranno ritrovarsi in questa protagonista spaventata, maltrattata e piena di insicurezze a causa di un uomo violento.

La descrizione dei personaggi, in particolare di Perla e delle sue figlie, è accurata. L’ombra di un passato complesso, si manifesta in tutto il libro dando ancora più profondità alla storia.

Un libro tristemente attuale, che emoziona e fa riflettere su una situazione tragica, da cui spesso è difficile uscire.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.