Recensione e trama libro “La stazione” di Jacopo De Michelis

Citazione “Parlare con la gente e consumare le suole delle scarpe, ecco cosa doveva fare un buon poliziotto.”
La stazione
Compra su amazon.it

“La stazione” di Jacopo De Michelis: il thriller rivelazione del 2022?

“La stazione” di Jacopo De Michelis è già acclamato dalla critica come il libro rivelazione del 2022. Il thriller è stato pubblicato a gennaio 2022 dalla casa editrice Giunti. Sono certa che questo romanzo farà molto discutere.

Oltre 800 pagine di descrizioni minuziose di ambienti, scene e riflessioni. Una trama che intreccia varie tematiche e l’ombra del mistero che aleggia durante tutto il corso della storia.

Jacopo De Michelis ha impiegato ben otto anni per dare la luce questo romanzo e il lettore si renderà conto da subito del motivo. Lo scrittore non ha lasciato che nulla accadesse per caso, ha prestato attenzione ai dettagli e scavato nell’intimo dei personaggi.

Trama libro “La stazione” di Jacopo De Michelis

Il libro è ambientato a Milano, siamo nel 2003. L’ispettore Riccardo Mezzanotte è stato relegato alla Sezione di Polizia ferroviaria della Stazione Centrale. Gli poteva andare peggio, visto quello che ha combinato, ma un santo ai piani alti gli ha dato una mano.

L’ispettore non si lascia piegare dagli eventi, non abbassa mai la testa, ha la predisposizione a mettersi nei guai. Ancora una volta ficca il naso in una faccenda complicata, una di quelle che gli altri fingerebbero di non aver visto. Inizia a indagare su un caso davvero enigmatico dopo che sono stati trovati cadaveri mutilati di animali all’interno della stazione.

Cosa si nasconde dietro quest’atto violento? Chi è il colpevole e da cosa è spinto?

Intanto Laura Cordero, una ragazza che proviene da una buona famiglia decide di intraprendere un percorso lavorativo che i genitori non condividono. Un lavoro di assistente per emarginati che la porta alla stazione di Milano. In lei si cela un dono, qualcosa che nasconde e che lei considera una sorta di maledizione.

Come l’ispettore anche lei è sulle tracce di qualcuno, sta cercando due bambini che ha visto girare da soli durante la sera nei dintorni della stazione. È proprio lì che Riccardo Mezzanotte e Laura Cordero s’incontrano senza sapere di avere un mistero da risolvere in comune. Qualcosa di inimmaginabile e oscuro…

I due si dovranno mettere a dura prova, calandosi nelle viscere di una città che ha segreti e cose che spaventerebbero anche la persona più coraggiosa. Ma in superficie, alla luce del sole, l’oscurità non tende a diminuire.

Commento libro

“La stazione” è un thriller ingegnoso, forse un po’ troppo particolareggiato in certi passaggi. Sono tanti i temi trattati: l’abbandono, il conflitto, la violenza, le relazioni complicate, le minacce, i giochi di potere e tutto ciò che con l’apparenza inganna gli occhi poco attenti. Molti sono i personaggi con le loro storie, che trovano sempre un legame.

Il luogo in cui tutte le vicende portano, ovvero la stazione di Milano, diventa protagonista indiscusso. Non fa solo da contorno o contenitore alla storia, ma è come se avesse un’anima e si mostrasse nella sua interezza.

“La stazione” è un libro che si farà amare per la cura riservata ai dettagli, per le scene raccontate in modo nitido e per i personaggi. Alcuni lettori hanno avanzato delle critiche dicendo che dei passaggi si sarebbero potuti evitare e che sarebbe stato meglio dividere il romanzo in due tomi per alleggerire un po’ la narrazione. Ognuno ha la sua opinione ed è giusto rispettarla. Io sono convinta che per quanto a volte si scenda troppo nel dettaglio questo libro ha indubbie qualità e Jacopo De Michelis sia un ottimo scrittore.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.