Recensione Libro Le nostre anime di notte

Ci divertiremo un sacco a parlare, eh? disse lei. Anch’io voglio sapere tutto di te. Non abbiamo fretta, disse lui. No, prendiamoci il tempo che ci serve.
Quattro
Recensione Libro Le nostre anime di notte

Prezzo: € 17,00

Di cosa parla Le nostre anime di notte di Kent Haruf

Il libro Le nostre anime di notte di Kent Haruf (NN Editore, 2017) racconta una storia semplice con semplicità, nell’accezione positiva del termine.

Dopo la grande scoperta che ha portato alla luce in Italia questa casa editrice così appassionata, con la Trilogia della pianura e in particolare con Crepuscolo, il lettore può lasciarsi cullare da questo nuovo romanzo.

Le nostre anime di notte racconta di solitudine, di accoglienza, di capacità di plasmare il tempo a proprio piacimento per dare un senso ai giorni che restano da vivere.

Protagonisti di quest’esperienza sono Addie Moore e Louis Waters, due vedovi di poche parole e grandi sentimenti che il lettore impara ad amare sempre con maggiore trasporto, fino a desiderare che fossero i nostri nonni acquisiti.

La storia è ambientata a Holt nel Colorado, in un luogo in cui tutti conoscono persino i dettagli delle vite degli altri e ognuno ha qualcosa da dire sul comportamento del suo vicino. Non è facile evitare di essere giudicati in un posto del genere, ma ad Addie non importa. Quello che desidera è trovare una compagnia per la notte, momento della giornata più complicato, quando il letto è vuoto e freddo, quando la stanza è buia e si ha bisogno di sentirsi parte di qualcosa.

Istintivamente Addie si presenta alla porta di Louis, il suo vicino di cui conosce ben poco, se non che è una persona perbene, per fargli una proposta: dormire con lei la notte, ma solo per amicizia. Non c’è nessun doppio fine nella sua richiesta, vuole solo qualcuno con cui condividere lo spazio del letto e i pensieri che sopraggiungono la sera.

“Mi chiedevo se ti andrebbe qualche volta di venire a dormire da me.
Cosa? In che senso?
Nel senso che siamo tutti e due soli. Ce ne stiamo per conto nostro da troppo tempo. Da anni. Io mi sento sola. Penso che anche tu lo sia. Mi chiedevo se ti andrebbe di venire a dormire da me, la notte… Sto parlando di attraversare la notte insieme. E di stare al caldo nel letto, come buoni amici. Starsene a letto insieme, e tu ti fermi a dormire. Le notti sono la cosa peggiore, non trovi?”

I custodi del cigno

Quando i due provano a trascorrere le ore notturne assieme, la comunità inizia a intessere le sue storie e a criticare la scelta, senza sapere cosa facciano e quale sia il motivo. Nessuno accetta la loro decisione che appare un azzardo, qualcosa di troppo disinibito e peccaminoso.

Quello che invece i lettori impareranno dai due protagonisti de Le nostre anime di notte che essere anziani non significa non avere più tempo buono da vivere, voglia di fare e possibilità di prendersi cura degli altri.

Addie e Louis, infatti, non solo riempiranno le loro giornate di momenti da ricordare, ma accoglieranno il nipote di lei, Jamie, nel loro letto quando il bambino ha paura, e nella loro vita per distrarlo dalla separazione dei genitori.
Il tempo per loro non sarà più solo il ticchettio dell’orologio che scandisce i minuti che passano, ma attimi riempiti di affetto, tenerezza, calore e amore.

Le nostre anime di notte è un libro dolce, delicato, con protagonisti che pur camminando in punta di piedi nella storia, incidono la mente del lettore con i loro piccoli pensieri.

Addie e Louis affrontano assieme il dolore della morte dei loro coniugi, la solitudine che porta l’essere anziani. Capiscono che possono usare bene il loro tempo, costruire nuovi ricordi, vivere serenamente e in libertà ciò che gli fa piacere condividere.

La notte così diventa meno inquietante, il buio fa passare attraverso di sé qualche raggio di luce e il futuro non spaventa più.

Durante quelle ore notturne i due si confideranno, si ascolteranno tenendosi per mano, guarderanno alla vita con occhi diversi, ancora pieni di speranza e di gioia. I lettori conosceranno il loro passato, sapranno quali sono i loro desideri e le loro difficoltà.

Commento del libro Le nostre anime di notte

Sono certa che vi affezionerete a loro due grazie a questa storia delicata e intima, che fa entrare ancora di più nelle case dei protagonisti di Holt.

Ciò che Kent Haruf racconta in questo romanzo è di un amore diverso da quello a cui siamo abituati a leggere, un legame spirituale che appaga l’anima e riempie il cuore di buoni sentimenti.

Neanche le malelingue della comunità o la pressione fatta dai loro figli per evitare di perdere dignità agli occhi degli altri serve a ostacolare il rapporto felice dei due protagonisti.

Haruf riesce a raccontare la quotidianità con parole semplici ma allo stesso tempo cariche di significati. Usa le frasi con parsimonia, proprio come i due protagonisti de Le nostre anime di notte, ma gli fornisce un valore che solo i grandi scrittori riescono a dare.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.