Forse_la_felicita
Forse_la_felicita

Libri più venduti – Libri consigliati luglio 2018

Classifica dei libri più letti e venduti di luglio.
Nigredo
Libri più venduti – Libri consigliati luglio 2018

Prezzo: € 18,00

Quali sono i libri più venduti a luglio 2018? Libri consigliati per l’estate

In questa calda estate 2018 è ancora più necessario stilare una classifica dei libri più venduti consigliati per la lettura sotto l’ombrellone e non solo. Desideriamo aiutarvi a scegliere cosa leggere per affrontare meglio queste giornate di arsura assurda.

Decretato il Premio Strega 2018, che è stato assegnato a La ragazza con la Leica di Helena Janeczek, vogliamo condividere con voi la classifica dei libri più venduti in questo fine luglio.

In questa classifica troverete anche i libri consigliati da noi del sito RecensioneLibro.it per trascorrere una piacevole estate in buona compagnia.

Facendo riferimento ai dati che potete trovare sul sito Feltrinelli.it questa è l’attuale classifica dei libri più venduti nell’ultima settimana di luglio 2018.

I tre libri più venduti della settimana

La ragazza con la LeicaPadrona indiscussa della classifica da ormai qualche giorno è La ragazza con la Leica, di cui potete leggere la trama.

1° agosto 1937, una sfilata piena di bandiere rosse attraversa Parigi. È il corteo funebre per Gerda Taro, la prima fotografa morta su un campo di battaglia che proprio quel giorno avrebbe compiuto ventisette anni. Robert Capa, in prima fila, è distrutto. È stato lui a insegnarle l’uso della Leica e poi sono partiti assieme per la Guerra di Spagna. Nella folla seguono altri che sono legati a Gerda da molto prima che diventasse la ragazza di Capa. Ruth Cerf, l’amica di Lipsia, con cui ha vissuto nei tempi più duri a Parigi, dopo che entrambe erano fuggite dalla Germania. Willy Chardack, che s’accontenta del ruolo di cavalier servente da quando l’irresistibile ragazza gli aveva preferito Georg Kuritzkes, che ora combatte nelle Brigate Internazionali. Per tutti Gerda Taro rimarrà una presenza più forte e viva dell’eroina antifascista celebrata dai discorsi funebri. Gerda li ha spesso delusi e feriti, ma la sua gioia di vivere, la sua sete di libertà, erano scintille capaci di riaccendersi a distanza di decenni. Basta che Willy e Georg si risentano per tutt’altro motivo. La telefonata intercontinentale avvia un romanzo caleidoscopico, incardinato sulle fonti originali, di cui Gerda Taro è il cuore attivo.
Secondo classificato tra i libri più venduti è A bocce ferme di Marco Malvaldi, pubblicato da Sellerio. Al centro della storia ancora i vecchietti del BarLume.

Trama del libro A bocce ferme

Ritornano Massimo e i vecchietti del BarLume in una storia che questa volta ruota attorno a un testamento. Il piccolo industriale Alberto Corradi alle sue ultime volontà ha aggiunto la confessione di avere ucciso il padre Camillo, da cui aveva ereditato la fabbrica di conserve e tutti i suoi averi. Si tratta di un delitto avvenuto quarant’anni prima, rimasto senza colpevole. La notizia di reato racchiusa nel testamento obbliga il notaio a informare la polizia, nella persona del vicequestore Alice Martelli, e il magistrato a bloccare la successione. Alberto Corradi infatti, in quanto assassino, potrebbe essere escluso dall’eredità del padre, cosa che priverebbe di tutti i beni l’unico suo erede, il figlio Matteo, giovane rampante pronto a candidarsi alle elezioni sotto le bandiere azzurre. I vecchietti del BarLume se lo ricordano bene quel delitto della fine degli anni Settanta: Camillo era un vero padrone, autoritario e dispotico; qualcuno arrivò a dire addirittura che se l’era cercata. Per l’omicidio era stato incriminato il sindacalista Carmine Bonci, ma le prove non si trovarono e Bonci venne prosciolto. Pilade e i suoi amici tutto avrebbero potuto aspettarsi ma non che il colpevole potesse essere Alberto Corradi, all’epoca poco più che ventenne. E allora sospettosi per natura e intriganti per vocazione, vogliono vederci più chiaro, ansiosi di riaprire quel vecchio caso di cui a Pineta, loro più di tutti, conservano memoria. A un incuriosito Massimo e a una professionale Alice raccontano dei giorni del delitto, dei malumori degli operai, dei dubbi e delle paure, di tutti i personaggi che ruotavano attorno all’azienda di Camillo Corradi.

Terzo libro in classifica è ancora un romanzo pubblicato dalla casa editrice siciliana Sellerio: Il metodo Catalanotti dell’amatissimo Andrea Camilleri.

Trama Il metodo Catalanotti

Questa volta Mimì Augello se la vede brutta: nella casa dell’amata di turno rientra inaspettatamente il marito; così Mimì è costretto a calarsi dalla finestra per salvare pelle e reputazione. Da un pericolo all’altro: nell’appartamento del piano di sotto dove ha cercato riparo, nel buio intravede un corpo steso sul letto, completamente vestito e irrigidito dal gelo della morte. Di un morto ammazzato ritrovato sul letto viene informata la polizia, solo che non si tratta di quel morto, perché è in tutt’altra casa, anche lui con l’abito buono. Come può essere accaduto? E che ne è stato dell’altro cadavere? Perché tutta la scena del crimine ha qualcosa di strano che sa di teatro? Parte da questo groviglio la nuova indagine di Salvo Montalbano, ed è proprio il teatro il protagonista del romanzo; la vittima, Carmelo Catalanotti, aveva una vera passione per le scene e dedicava tutto il proprio tempo alla regia di drammi borghesi. Si era anche inventato un metodo personalissimo per mettere gli attori in condizione di recitare: affrancarli dai loro complessi, aiutarli a liberare le emozioni, una vera e propria operazione di scavo nelle coscienze. Catalanotti conservava scrupolosamente annotazioni e commenti su tutti i potenziali attori con cui veniva in contatto, oltre che appunti di regia e strani quaderni pieni di cifre e di date e di nomi… Il commissario Montalbano spulcia tutti i dossier di Catalanotti, i testi teatrali ai quali lavorava, le note sui personaggi e soprattutto il dramma che stava per mettere in scena, Svolta pericolosa. Poco a poco si lascia coinvolgere dall’indagine e dalla nuova responsabile della scientifica, Antonia, che sul commissario ha l’effetto di una calamita. Sarà proprio il teatro a fargli trovare la soluzione del doppio cadavere. Mai come in questo libro Camilleri inventa storie e personaggi e li fa recitare fra le quinte di un teatro di cui è lui il regista. E noi assistiamo alla messinscena che è dramma e commedia insieme.

Classifica libri più venduti dal quarto al decimo posto

Il purgatorio dell'angelo

Segue al quarto posto Il purgatorio dell’angelo di Maurizio de Giovanni, uno degli autori che personalmente amo di più, un giallista napoletano di grande esperienza. Uno scrittore che tesse le sue trame con astuzia e dando il giusto pathos alle storie che racconta.

Al quinto posto della classifica dei libri più venduti una pubblicazione Fazi: La famiglia Aubrey di Rebecca West. La copertina di questo romanzo riporta alla mente la scrittrice Jane Austen… chissà che non ci sia qualcosa anche all’interno che la ricordi.

A seguire troviamo La scomparsa di Stephanie Mailer di Joel Dicker, Ogni respiro di Nicholas Sparks, La felicità del cactus di Sarah Haywood, Casi umani. Uomini che servivano a dimenticare, ma che hanno peggiorato le cose di Selvaggia Lucarelli e Hippie di Paulo Coelho.

 

Acquista su Amazon.it

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.