Un amore di poesia
Un amore di poesia

Recensione Libro Lincoln nel Bardo

Immaginate la nostra sorpresa quando, passando circa un’ora dopo, trovammo il ragazzino ancora sul tetto, che si guardava intorno piuttosto speranzoso, come aspettando che arrivasse una carrozza a portarlo via.
Anche fare il nonno e un mestiere
Recensione Libro Lincoln nel Bardo

Prezzo: € 18,50

Di cosa parla Lincoln nel Bardo di George Saunders

Sicuramente Lincoln nel Bardo di George Saunders è tra i libri più intriganti e sui generis del 2017. Un’opera pubblicata dalla casa editrice Feltrinelli che ne ha carpito le grandi potenzialità.

Lincoln nel Bardo è un’invenzione letteraria che mancava da anni tra gli scaffali delle librerie e ha convinto appieno sia la critica, sia i lettori.

Bestseller del New York Times è approdato in altri Paesi per coinvolgere emotivamente il lettore, ma soprattutto per rapire la mente di chi in questi anni ha cercato nei libri qualcosa di diverso, una storia che passasse quasi in secondo piano rispetto al contenitore.

Scrivere una recensione di questo strano romanzo corale non è facile e forse non bisognerebbe togliere al lettore il gusto di scoprire cosa si ha tra le mani leggendo questa storia. Ma non parlarne sarebbe un vero peccato, per questo combattuti dal “grande dilemma” abbiamo deciso di raccontarvi in parte questa bellissima idea.

Bisogna chiarire prima di tutto cosa sia il Bardo per entrare nel vivo della storia. Il Bardo è uno spazio di sospensione, di passaggio dalla vita alla morte. In un lasso di tempo molto breve, solo una nottata, possono accadere davvero tante cose.

Trama del libro Lincoln nel Bardo

Il figlio del Presidente Abraham Lincoln, Willie, muore a undici anni a seguito di una complicazione del tifo forse preso un po’ sottogamba, poiché si credeva un banale raffreddore. Mentre nelle sale della grande casa ci sono ospiti da intrattenere, musica e chiacchiere, il bambino perde la vita.

Il dolore per la morte di Willie è straziante per il Presidente, un uomo che nessuna tragedia sembrava piegare, neppure la Guerra Civile in atto da un anno. Invece la perdita prematura del figlio lo mette in ginocchio e Lincoln padre non sa come staccarsi dal bambino. I due sembrano legati da un amore che non lascia spazio a null’altro e nessuno dei due vuole lasciare andar via l’altro.

Congiura

Il figlio è stato sepolto da poche ore ma lui ritorna al cimitero per poterlo stringere ancora a sé. Tutti nel Bardo restano stupiti per ciò che vedono, una scena inedita: quando i cancelli del cimitero sono chiusi a nessuno è permesso entrare e soprattutto nessun vivo è mai riuscito a sentire così distintamente la presenza di un morto.

La narrazione della maggior parte delle scene sono affidate alla voce di tre personaggi davvero bizzarri. Sono tre uomini che hanno perso la vita e non accettano la loro condizione. Parlano accavallandosi ed esprimendo pareri spesso discordanti degli stessi fatti a cui hanno assistito.

Nel frattempo nel Bardo molte di quelle anime in sospensione credono di essere semplicemente malate e che ritorneranno da dove sono venuti per continuare a vivere. Pensano di essere in attesa che accada qualcosa e sono quasi certi di avere una seconda possibilità. Per questo i tre coprotagonisti del libro, assistendo alla scena straziante tra padre e figlio, cercano di fare l’impossibile per dare una mano al bambino e salvarsi.

Commento del libro Lincoln nel Bardo

La costruzione del libro Lincoln nel Bardo è realizzata attuando un collage di testimonianze, alcune delle quali tratte da fonti storiche, altre conseguenza della penna di Saunders che ha saputo creare un puzzle davvero unico e geniale.

Non è facile leggere questo non romanzo, ma se ne resta incantati per tanti motivi. C’è commozione che parte dallo stomaco leggendo di come persino un uomo che sembra impenetrabile sia logorato dal dolore. C’è tanta ironia e sano divertimento ascoltando le voci ingestibili di tre anime perse.
Ma soprattutto c’è un lavoro di ricerca e di costruzione del libro che è quasi tangibile.

Lincoln nel Bardo è un capolavoro, uno di quei libri che in futuro si citerà per la genialità ma anche l’umanità con cui una storia di morte e di difficile accettazione del distacco è stata raccontata.

Per i lettori dal palato fine, che cercano un coinvolgimento sia mentale sia emotivo, che nella lettura cercano quel quid in più Lincoln nel Bardo è consigliato senza ombra di dubbio.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!