Recensione libro “Lo squisito dolore” di Eleonora Nucciarelli

Citazione “Il dolore è tra i sentimenti più rappresentati nel panorama artistico internazionale e ha subito nei secoli profondi cambiamenti.”
Lo squisito dolore

Trama e recensione libro “Lo squisito dolore” di Eleonora Nucciarelli

“Lo squisito dolore” di Eleonora Nucciarelli ha scritto un libro essenziale. Pubblicato nel 2021 da Midgard Editrice, ci conduce nel mondo interiore.

Con il suo saggio la scrittrice ci invita a guardare il dolore negli occhi, senza mai abbassare lo sguardo per riuscire poi ad affrontarlo. Mai soccombere al dolore, mai fingere che non ci sia, altrimenti è come se stessimo
rinnegando noi stessi.

Bisogna essere consapevoli della realtà per poter vivere bene e una di quelle indiscutibili riguarda proprio il dolore: fa parte di noi, è un ingranaggio di noi stessi. E in quanto tale va affrontato come qualsiasi altra esperienza. Al pari di un’emozione, una sensazione che va assorbita, quasi gustata come fosse qualcosa di positivo, dolce e buono.

È necessario prima di tutto convivere con il dolore, accettarlo, persino accoglierlo per riuscire a esternarlo e trasformarlo.

Quello che racconta nel libro “Lo squisito dolore” la scrittrice Eleonora Nucciarelli è un modo inedito, per molti, di ascoltare il dolore. L’autrice ci porta a una consapevolezza raramente sperimentata dalla maggior parte delle persone, che di primo approccio si potrebbe non condividere.

Invece è fondamentale comportarsi come ci viene ben raccontato da Nucciarelli. Non si può credere di celare il dolore aspettando che passi da sé, silenziarlo significherebbe farlo implodere. Non si può fingere che non ci sia, è presente in noi tanto quanto la gioia e la felicità.

Commento libro di Eleonora Nucciarelli

Come si legge nell’introduzione del libro, il dolore può essere una fonte d’ispirazione, qualcosa di positivo, da cui trarre del bene e dei benefici. È necessario imparare a canalizzare in modo giusto l’energia, facendola confluire nella direzione migliore, traendone quindi profitto e non oppressione.

Trovo necessaria inserire questa frase estratta dal libro per spiegare al meglio cosa aspettarsi da questo testo davvero interessante.

“Il taglio che ho volutamente dato alla trattazione è compilativo, recensivo e basato su un’analisi empirica e critica delle fonti che ho sviscerato cercando di trasporle in altri piani per permettermi e permettere di osservarle con altre lenti.”

Ciò che si legge in quest’opera scritta con cura e approfondimenti degni di nota è che il dolore deve diventare fonte d’ispirazione come lo è stato e lo è per molti. Il dolore ha reso unici libri, canzoni e opere di vario genere. Ispirazione e opportunità quindi sono ciò che dobbiamo estrapolare dal dolore.

“Nella narrazione, come nella lirica, nel dramma, nell’epica e nella letteratura appaiono innumerevoli riferimenti al dolore nel tentativo di sublimarlo o esorcizzarlo, nella prospettiva del suo superamento.”

“Lo squisito dolore” di Eleonora Nucciarelli è un libro assolutamente consigliato che non solo il lettore apprezzerà, ma che potrà trovare davvero utile.

Per maggiori informazioni consultare il sito Midgard Editrice.
Leggi l’intervista a Eleonora Nucciarelli.

Condividi che fa bene

Voto libro 4.5 su 5
Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

One Comment on “Recensione libro “Lo squisito dolore” di Eleonora Nucciarelli”

  1. Recentemente sono stata colpita da un grave lutto, ho perso mio marito e, tralasciando tante considerazioni positive sul libro, voglio mettere l’accento su quanto possa essere “squisito “il dolore avendolo sperimentato su di me.
    Nei momenti in cui sento che l’onda del dolore sale metto su della musica, quella che so che mi fa soffrire di più, vado a cercarlo il dolore ,per sentirlo in tutta la sua forza , per poi uscirne con una sensazione di calma interiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.