'Progemalos
'Progemalos

L’ombra del potere di Viveca Sten: recensione libro

Odiava quando Carsten era ubriaco, sapeva per esperienza che in quello stato era capace di qualsiasi cosa. Diventava inaffidabile e un nonnulla bastava a fare esplodere la sua rabbia.
L’ombra del potere di Viveca Sten: recensione libro

Prezzo: € 18,50

Trama romanzo e recensione libro L’ombra del potere di Viveca Sten

L’ombra del potere è il quinto libro di Viveca Sten ambientato a Sandhamn, un luogo magnifico dell’arcipelago di Stoccolma.

Qualcosa però sta per accadere nell’isola: Carsten Jonsson, un uomo ricco e potente, arriva da Londra con la sua famiglia. L’importante uomo d’affari ha fatto costruire una casa da far invidia a chiunque. Una villa lussuosa che si affaccia sul mare.

Ci è voluto molto tempo per completare l’opera, Carsten voleva il meglio e gli operai lo hanno accontentato suscitando però non pochi malcontenti tra la popolazione locale. Con il passare del tempo avvengono tanti piccoli incidenti che sembrano degli avvertimenti rivolti a Carsten. C’è qualcuno che lo minaccia e chiede di lasciare l’isola, ma chi può essere?

A occuparsi della faccenda saranno Thomas Andreasson, poliziotto ormai conosciuto da chi segue la serie di Viveca Sten e l’avvocato Nora Linde, sua amica.

Leggendo L’ombra del potere conosciamo i protagonisti di questo giallo. Primo fra tutti Carsten, un individuo ambizioso e assetato di potere che sta intessendo la sua rete di conoscenze per fare l’affare dell’anno.

Seconda parte trama libro

Qualcosa nei suoi contatti con la Russia però va storto e le quotazioni in borsa che dovevano assicurargli ricchezza eterna va in fumo. Lui è un uomo che ostenta, a cui piace mostrarsi in tutto il suo splendore, è per questo che ha fatto costruire una villa di immensa bellezza. Vuole che gli abitanti del luogo in cui ha vissuto da bambino lo invidino e lo guardino con ammirazione. Si renderà ben presto conto, però, che la sua presenza lì non è gradita. Lo capisce con maggiore consapevolezza quando durante la festa che ha organizzato invitando tutti gli isolani, la sua vita va a rotoli.

Un incendio devasta la dependance della famiglia Carsten e il corpo di un uomo viene trovato carbonizzato.

Basnewende

“D’un tratto, nel fragore delle fiamme si udì un boato. Era la prima finestra che il caldo faceva esplodere. Un’altra serie di vetri scoppiò a ruota. Dalle bocche vuote delle finestre, nubi di fumo spingevano verso l’esterno, e il fuoco succhiò avido il nuovo ossigeno. Una pioggia di scintille salì verso il cielo, una cascata di braci ardenti si riversò sul terreno insieme a schegge di vetro. Gli aghi secchi e l’erica cominciarono a bruciare. In una delle camere qualcuno tossì.”

Carsten se la prende con Celia, sua moglie e con i suoi figli, Oliver e Sarah succubi dei suoi sbalzi d’umore, della sua violenza e dei suoi segreti.

Cosa c’è dietro l’incendio e la morte di un uomo? È avvenuto tutto a causa dell’odio degli isolani che volevano intimidirlo e farlo andare via? Oppure la verità è da cercare nel passato di Carsten? Sicuramente i sospetti ricadono anche sui suoi affari loschi che intrattiene con dei russi che gestiscono la finanza, ma saranno loro i colpevoli?

Tanti dubbi coglieranno il lettore durante lo scorrere delle pagine de L’ombra del potere, un romanzo che trascina, che si fa amare per la sua trama ingarbugliata e per i suoi personaggi eccessivi.

Alla fine sarà Thomas Andreasson che si occuperà di venire a capo della verità, lui che conosce quel luogo come nessun altro. E lo farà con l’aiuto di Nora, che con il suo sesto senso riesce a dare una svolta all’indagine.

Commento libro L’ombra del potere di Viveca Sten

L’ombra del potere è un giallo le cui linee della storia sono tratteggiate con grande abilità, come sempre avviene nei libri di Viveca Sten. Colpi di scena, suspense e un’ottima descrizione dei protagonisti, così come degli eventi, fanno di questo libro un giallo di grande impatto.

I personaggi sono analizzati con cura, mostrati con i loro lati contorti e i loro segreti. L’aspetto psicologico che incide su ognuno di loro è messo in risalto con un’attenzione maggiore rispetto ai romanzi precedenti di Viveca Sten. E io ho molto apprezzato la sua capacità di raccontare i luoghi oscuri interiori dei protagonisti, facendo entrare il lettore nella psicologia di ogni protagonista.

Le oltre quattrocento pagine del romanzo L’ombra del potere si leggono con un trasporto assoluto e il lettore amerà ogni personaggio, anche quello su cui ci sono sospetti, anche di quelli che appaiono cattivi e volubili.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.