Non andare via: Sfidereste la morte per amore? di Kety Franzolin: recensione libro

Sono prigioniera in un’oscurità che non ho mai provato. Intrappolata nei miei ricordi, nelle mie radici, nel mio dolore; costretta a vedere atrocità che vorrei solo dimenticare, sospesa fra due mondi che non riesco a comprendere.
Non andare via: Sfidereste la morte per amore? di Kety Franzolin: recensione libro

Prezzo: € 10,40

Trama romanzo, recensione libro Non andare via: Sfidereste la morte per amore? di Kety Franzolin

Non andare via dell’autrice Kety Franzolin è un libro dalla trama intrigante e avvolgente che coinvolge con la sua storia.

Conosciamo ormai Kety Frazonlin da anni come scrittrice e ogni volta per noi è una sorpresa. Con questo libro scava in profondità, pone il lettore dinanzi a tante domande che orbitano intorno all’amore e alla morte.

Recensione libro Non andare via di Kety Franzolin

Protagonista indiscussa di Non andare via è Karen, donna desiderata e piena di sfaccettature.

È lei il centro di tutto, amata alla follia dai tempi del liceo da Nicholas che cerca di capire cosa significhi il Per sempre tanto ambito in una relazione. Il Per sempre finisce con la morte, con la rottura o dura anche dopo, quando ogni cosa è giunta al termine?

Ma Nicholas non è l’unico a desiderarla e ad amarla. Anche Liam, un fotografo che l’ha conosciuta per caso è innamorato di lei. Così come ad amarla è anche Helen, un’amica con la sua storia e i suoi sentimenti pieni di contraddizione.

Sono loro tre a gravitare intorno a Karen, tre persone che si intrecciano alla sua esistenza. Mentre lei, con il suo carattere pieno di spigoli che pungono e angoli accoglienti è pronta a tutto per soddisfare la sua voglia di vivere il Per sempre a cui ambisce.

Roberta Gelsomino

Commento libro di Kety Franzolin

Interessante il prologo del romanzo Non andare via in cui il lettore conosce Nicholas intento a scrivere il suo diario e a dichiarare che “Non si uccidono gli essere umani.”
Pochi accenni da parte della scrittrice fanno comprendere la fragilità emotiva e psicologica dell’uomo responsabile di qualcosa…

E poi il libro si schiude come un fiore mostrando il cuore pulsante della storia. Ecco la comparsa di un nuovo personaggio e l’incontro con Karen. Tra i due inizia una frequentazione bollente che è solo il principio di altro…

Lentamente Kety Franzolin ci porta a conoscere la storia misteriosa di Karen e a fare i conti con i suoi vuoti incolmabili.

A ogni pagina la scrittrice riesce a catturare l’attenzione. La scrittura semplice fa focalizzare l’interesse del lettore sulla trama, intrigante e misteriosa. Una trama che soprattutto nelle battute finali sono certa vi conquisterà con il cambio di passo e la spiegazione di tutta la storia.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.