Trama e recensione libro “Orme sulla sabbia” di Biagio Carbone

Citazione “La vostra vita, miei cari, è ad una svolta: da un lato l’incertezza e la povertà, dall’altro la certezza e il benessere.”
Orme sulla sabbia
Compra su amazon.it
Prezzo: € 15,40

“Orme sulla sabbia” di Biagio Carbone: un libro che fa riflettere

Il romanzo di Biagio Carbone “Orme sulla sabbia” pone l’accento sull’incredibile forza di volontà, sul lavoro e sulle capacità professionali e personali che danno all’uomo la facoltà di migliorare in modo esponenziale la propria vita.

I quattro protagonisti del libro, a seconda della propria inclinazione personale, cercano e trovano un riscatto socio-economico.

La vicenda si svolge in un periodo storico particolare, l’età classica greco-spartana, ed è ambientata in un luogo particolare: la penisola ellenica.

Tiamara, l’etera egiziana, sfrutta la propria bellezza per imporsi in un mondo prettamente maschile.
Tera, la lavandaia ilota, facendo un lavoro umile e ripetitivo è costretta a soffocare la propria intelligenza vivace e competitiva.
Eumenios, il fabbro perieco, è in grado con la propria manualità di creare dei veri e propri capolavori usando il metallo fuso.
Hilarion, uomo più di pancia che di testa, coltiva giorno dopo giorno l’arte della spada, carpendo di nascosto l’ars bellica degli spartani.

Questi quattro personaggi si ritrovano coinvolti in un tentativo di rivolta all’oppressione di Sparta, ordito in segreto da un importante politico ateniese, il quale, a capo di una complessa rete di informatori e spie, tenta di far volgere il futuro geopolitico a favore di Atene.

Riusciranno nel loro intento?
Cambieranno città?
Cambierà anche il loro destino avverso?

Commento libro di Biagio Carbone

L’uomo volitivo, con l’appoggio delle persone giuste, riuscirà a raggiungere l’apice della propria carriera e del proprio successo. Ma poi, come un uomo che cammina solitario sulla spiaggia, si lascerà dietro le proprie amarezze, le proprie delusioni, i propri crucci.

Come delle orme solitarie che saranno immancabilmente cancellate dai flutti del mare, così queste impronte verranno fagocitate dalla voracità del tempo.

L’uomo resterà solo, solo con il proprio potere, solo con la propria anima e la propria inettitudine. E, in questa profonda solitudine, scoprirà tutta la propria caducità.

Il romanzo “Orme sulla sabbia” ci porta a riflettere, in un circolo vizioso, sull’importanza degli ideali politici di libertà e fratellanza, sulle capacità che portano l’uomo speciale a distinguersi dall’uomo normale e sul dovere di mettersi al servizio per il benessere della comunità.

Belli i continui grecismi che ci catapultano in un mondo antico che diventa presente vivo e palpitante per il lettore.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Concetta Padula

Presentazione Pollyanna Una risata dirompente, la visita inattesa di un caro amico, la lettura di un buon libro. Nell’arco della giornata, c’è sempre un piccolo-grande motivo per essere felici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.