Recensione Libro Persi nel vuoto

Citazione “Il mondo è fatto di storie, alcune sono più vicine e intrecciate di quanto potremmo immaginare; è come se passato e presente si mischiassero a formare un universo che è molto meno indecifrabile di quanto pensiamo.”
Compra su amazon.it

Di cosa parla Persi nel vuoto di Vincenzo Malara

Persi nel vuoto, ultimo romanzo dello scrittore Vincenzo Malara si presenta con delle storie apparentemente a sé, cinque, in cui ogni personaggio vive situazioni oscure, soggetto al proprio vuoto interiore.
Frammenti di esistenza che sono ai limiti del confine, circondati da una sorta di nebbia che li rende misteriosi.

I protagonisti del libro Persi nel vuoto conducono vite un po’ surreali. Una donna riesce a trovare compagnia solo nei suoi amici topi di cui si circonda e da cui crede di essere capita e ascoltata, ma accidentalmente il suo idraulico ne uccide uno.

Due amici assistono alla morte di Mihana, di cui sono in qualche modo gli artefici e decidono di scappare attraverso le strade degli Stati Uniti del 1969. Joseph scrive in una rubrica che si chiama “Certe volte non ci sono spiegazioni” e racconta strani avvenimenti ma si renderà conto di quanto sia terribile non riuscire a credere alle storie sugli alieni. E Paule si perderà in mezzo al nulla del deserto.

Ognuno dei personaggi di Persi nel vuoto ha questa tendenza perversa a smarrirsi nel vuoto, un vuoto diverso a seconda del carattere e della situazioni in cui si trovano, ma che li accomuna agli altri per il senso di smarrimento e di annullamento che essi provano. Lo scrittore Vincenzo Malara riesce a descrivere molto bene la sensazione che provano i vari protagonisti.

Ed è facile perdere il controllo, quando ci si trova in una realtà ignota, oscura, indecifrabile e terrificante. In parte è questo ciò che ci racconta Vincenzo Malara nel suo libro. Lo fa utilizzando una scrittura che cattura, soprattutto per la pericolosità degli avvenimenti a cui si assoggettano i protagonisti.

Persi nel vuoto è un romanzo sporcato di sangue, di compromessi fatti con la natura, il tempo e se stessi. Un libro cupo che racconta di tenebre, di misteri, di vendetta…

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.