Recensione libro “Quando le montagne cantano” di Nguyen Phan Que Mai

Citazione “Più leggevo, più la guerra mi faceva paura. Le guerre avevano il potere di trasformare in mostri popoli colti e civili.”
Compra su amazon.it
Prezzo: € 18,00

Trama, recensione e commento libro “Quando le montagne cantano” di Nguyen Phan Que Mai

“Quando le montagne cantano” di Nguyen Phan Que Mai è stato tra i libri più acclamati del 2020. Un romanzo davvero intrigante che ripercorre la Storia del Vietnam attraverso i ricordi di una nonna. Il libro è ambientato nel periodo che va dai primi del Novecento fino ai giorni nostri.

Il romanzo, pubblicato dalla casa editrice Nord, è un concentrato di emozioni. Pagina dopo pagina si dispiega la storia di questa donna che ha deciso di prendersi cura della nipote.

Con coraggio, passione e amore incondizionato, la donna si occuperà di lei come se fosse una figlia, nutrendo la sua pancia e la sua mente. Cercherà di insegnarle il valore delle cose, l’importanza dei legami e dei sacrifici.

“Quando le montagne cantano” è un libro pieno di insegnamenti in cui il lettore troverà tante bellissime frasi da sottolineare e rileggere.

Recensione libro “Quando le montagne cantano” di Nguyen Phan Que Mai

La guerra ha portato via i genitori di Huong che a causa dei bombardamenti americani ha visto prima il padre e poi la madre allontanarsi per aiutare il loro Paese. Da allora è la nonna a prendersi cura di lei, facendo l’impossibile per proteggerla dai bombardamenti e per trovare il cibo per sfamarla. Si rifugiano sulle montagne, sperando che la guerra lì non arrivi, ma da lassù assistono ai bombardamenti che stanno devastando la loro città.

Quando ritornano in città si accorgono che la casa è stata rasa al suolo, ma la nonna non si arrende e giorno dopo giorno ricostruisce la sua dimora. E lo fa senza trascurare la mente e l’anima della nipote. Le racconta del suo passato, degli anni in cui la sua famiglia ha vissuto prima l’occupazione francese e poi l’invasione giapponese. Le narra ciò che avvenne quando arrivarono i comunisti, della morte del padre, che ha segnato indelebilmente la sua esistenza. E poi le parla della sua fuga affrontata con grande sofferenza, soprattutto a causa di una sua scelta che molti giudicano peggio di un tradimento.

“Mia adorata nipote, non fare quell’espressione sconvolta. Comprendi perché ho deciso di raccontarti della nostra famiglia? Se le nostre storie sopravvivono, noi non moriremo, neanche quando i nostri corpi non saranno più su questa Terra.”

La nonna racconta la storia della sua vita costruendo il loro rifugio e attendendo il ritorno di chi è partito a causa della guerra. Quando un giorno tornerà la mamma di Huong la bambina si troverà dinanzi una sconosciuta, che è stata svuotata della sua anima e le ha tolto le parole. Sarà lei a doverle dare ciò che la mamma sente di non avere più.

Commento libro di Nguyen Phan Que Mai

Tra guerra, carestie, varie dittature e ribellioni nel libro “Quando le montagne cantano” la scrittrice racconta una storia intensa, dura e delicato allo stesso tempo. Questo romanzo parla di coraggio, di amore, dei valori che contano.

Il viaggio raccontato con grande trasporto da Nguyen Phan Que Mai è magico per quanto doloroso e sconvolgente.

“Quando le montagne cantano” ci fa riflettere sulla guerra, sulla sete di potere di alcuni uomini, sul valore e il coraggio di altri. Questo romanzo porta il lettore a comprendere il vero significato della parola amore, anche quando sembra abbandono, anche quando appare come una disattenzione.

Questa saga familiare che racconta di tre famiglie legate tra di loro dal sangue, descrive con amorevole cura personaggi, storie e ambienti.

Con salti temporali, ricordi, la Storia del Vietnam che si fonde con quella delle persone, l’autrice è riuscita a tenere alta l’attenzione. Soprattutto grazie all’utilizzo di un linguaggio semplice, caldo e spesso pieno di poesia.

“Quando le montagne cantano” è un libro commovente, pieno di saggezza popolare, con tanti spunti interessanti per riflettere sulla condizione dell’uomo.

Sono certa che i lettori appassionati di Storia, di saghe famigliari, di viaggi e di differenze culturali ameranno questo libro consigliato a tutti.

Quarta di copertina del libro “Quando le montagne cantano” di Nguyen Phan Que Mai

Dal loro rifugio sulle montagne, la piccola Hương e sua nonna Diệu Lan sentono il rombo dei bombardieri americani e scorgono il bagliore degli incendi che stanno devastando Hanoi. Fino a quel momento, per Huong la guerra è stata l’ombra che ha risucchiato i suoi genitori, e adesso quell’ombra sta avvolgendo anche lei e la nonna.

Tornate in città, scoprono che la loro casa è completamente distrutta, eppure non si scoraggiano e decidono di ricostruirla, mattone dopo mattone. E, per infondere fiducia nella nipote, Diệu Lan inizia a raccontarle la storia della sua vita: degli anni nella tenuta di famiglia sotto l’occupazione francese e durante le invasioni giapponesi; di come tutto fosse cambiato con l’avvento dei comunisti, per i quali possedere terre era un crimine da pagare col sangue; della sua fuga disperata verso Hanoi senza cibo né denaro e della scelta di abbandonare i suoi cinque figli lungo il cammino, nella speranza che, prima o poi, si sarebbero ritrovati.

E così era accaduto, perché lei non si era mai persa d’animo. Quando la nuova casa è pronta, la guerra è ormai conclusa. I reduci tornano dal fronte e anche Huong finalmente può riabbracciare la madre, Ngọc. Ma è una donna molto diversa da quella che lei ricordava. La guerra le ha rubato le parole e toccherà a Huong darle una voce, per aiutarla a liberarsi del fardello di troppi segreti… La saga di una famiglia che si dipana lungo tutto il Novecento, in un Paese diviso e segnato da carestie e guerre, dittature e rivoluzioni.

Tre generazioni di donne forti, che affrontano la vita con coraggio e determinazione. Una storia potente e lirica insieme, che ci ricorda il valore dei legami familiari e gli ostacoli che siamo disposti a superare per rimanere accanto alle persone che amiamo.

Commenti di chi ha letto il romanzo

«Un romanzo memorabile… Intimo e allo stesso tempo di ampio respiro, trascinante e commovente.» Viet Thanh Nguyen, autore premio Pulitzer di Il simpatizzante

«Un debutto eccezionale.» Publishers Weekly

«L’epico racconto delle vicende di una famiglia che attraversa la storia del Vietnam dall’occupazione francese fino quasi ai giorni nostri.» The Washington Post

«Nguyen ha il talento di trasportare i lettori in un mondo lontano in cui vorranno tornare anche dopo aver girato l’ultima pagina.» Library Journal

Condividi che fa bene

Voto libro 4.2 su 5
Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.