Quantica
Quantica

Romanzi scrittori emergenti

In questa sezione trovi l’elenco di tutte le recensioni dei romanzi scritti da autori emergenti che la redazione di Recensione Libro.it ha realizzato per i suoi lettori.

Se desideri avere una nostra recensione sul tuo libro, contattaci per sapere modalità e costi. Se hai un po’ di pazienza, la vedrai pubblicata su Recensione Libro.it.

L’indice è in continuo aggiornamento: se non hai trovato quello che cercavi, ripassa domani, potresti essere più fortunato!

Un giorno all’improvviso di Patrizio Placuzzi: recensione libro

Un giorno all’improvviso di Patrizio Placuzzi: recensione libro

Un giorno all’improvviso di Patrizio Placuzzi: recensione libro

Questo libro vuole essere un inno alla vita, composto dal coro polifonico delle persone che sono entrate a far parte della trama di questo libro, con le loro miserie morali e la loro grandezza, la loro gioia e la loro tristezza, con la loro meschinità e con i loro atti di generosità. Un inno alla vita, così come si manifesta nella sua quotidianità, che vale la pena di essere vissuta sempre e comunque, nonostante la sua durezza e nonostante le amarezze che essa ci riserva pressoché quotidianamente.

Kisetsu di Ciro Cibelli: recensione libro

Kisetsu di Ciro Cibelli: recensione libro

Kisetsu di Ciro Cibelli: recensione libro

Fin da quando ero piccola, cercavo una ragione per vivere a questo mondo. È sempre stato il mio pensiero fisso. Un sogno, un qualcosa a cui aggrapparmi. Una certezza. Cercavo il mio perché. Una ragione per la quale essere felice e godermi ogni singolo istante della mia vita. Una ragione che mi facesse svegliare la mattina e rendermi orgogliosa dei miei progressi. Per questo ho iniziato a fare cosplay, in realtà, ed è anche per questa ragione che ho deciso di abbandonarlo definitivamente.

Tre gradini e un albero di limoni di Federico Pasqualini: recensione libro

Tre gradini e un albero di limoni di Federico Pasqualini: recensione libro

Tre gradini e un albero di limoni di Federico Pasqualini: recensione libro

Di solito tendo a far coincidere l'inizio di un viaggio con il giorno della partenza. Il momento in cui chiudo a chiave la porta di casa e le do le spalle. O, se di mezzo c'è l'aereo, il momento in cui il nastro del check-in si porta via le valigie. Il mio viaggio in Africa dev'essere stato concepito invece molto tempo prima che il Boing 737 della Turkish Airlines rollasse sulla pista del Marco Polo di Venezia per portarci a Città del Capo via Istanbul.