Recensione Libro “Scooby-Doo e il nasone scomparso”

Sulle tracce del naso scomparso al pupazzo di neve...
Quattro
Recensione Libro “Scooby-Doo e il nasone scomparso”

Prezzo: € 9,00

Di cosa parla “Scooby-Doo e il nasone scomparso” di Cristina Brambilla

Quando c’è la neve, nessuno può resistere alla tentazione di fare un pupazzo, neanche i protagonisti di “Scooby-Doo e il nasone scomparso” di Cristina Brambilla.

Shaggy e Scooby invece di aiutare i loro amici a decorare l’albero di Natale, stanno facendo il loro pupazzo di neve, ma dopo un po’ si accorgono che al pupazzo manca il naso. Qualcuno ha rubato la carota!

I custodi del cigno

Tutti si mettono alla ricerca del naso, cercando le tracce che conducano al colpevole, ma ad aver rubato la carota non è stato neppure il coniglio, visto che non ci sono impronte nella neve vicino al pupazzo.

Allora non può essere stato che un uccello, ma saranno i bambini lettori di questa storia a dover risolvere il dilemma assieme agli amici di Scooby-Doo.

Il libro per bambini dai 4 anni in su, pubblicato dalla Piemme, “Scooby-Doo e il nasone scomparso” stimola i piccoli con una simpatica avventura alla ricerca del ladro di carote.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.