Recensione Libro Sorelle, amiche per sempre

Citazione “’Siamo stati bravi, eh Vittoriù? Guarda che belle che sono... Che bella famiglia abbiamo, vero?’ le diceva mio padre e lei gli sorrideva, guardandolo con quei suoi meravigliosi occhi verdi carichi ancora di amore, come un tempo, quando erano ancora giovani.”
La Palla
Sorelle, amiche per sempre
Compra su amazon.it
Prezzo: € 15,00

Di cosa parla Sorelle, amiche per sempre di Alessandra Angelo-Comneno

Sorelle, amiche per sempre di Alessandra Angelo-Comneno è un romanzo autobiografico. Un diario molto personale, un racconto che è l’essenza della vita della protagonista.

Sin dal prologo la scrittrice riesce a toccare le corde giuste per emozionare. La Comneno racconta di una perdita che lascia un vuoto incolmabile nel suo cuore e in quello delle sue sorelle.

Leggendo il libro si ha l’impressione di trovarsi coinvolti nelle vicende di queste quattro sorelle. Insieme formavano una squadra invincibile, e che grazie ai genitori hanno conosciuto il vero significato dell’amore mettendolo sempre in pratica.

Trama libro Sorelle, amiche per sempre

La perdita da parte della scrittrice Alessandra Angelo-Comneno della sorella Stefania sarà per lei come la fine di una vita fatta di complicità, di sogni, di condivisione, e lei, così come le altre sorelle, sentirà l’assenza di qualcosa di raro nella sua esistenza.

Quello che viene raccontato nel libro è la storia di una bambina che cresce fino a diventare donna, ma che non riesce a staccarsi dai ricordi più belli della sua infanzia e dalle immagini della sua famiglia, che la proteggeva come un abbraccio.

La scrittrice Alessandra Angelo-Comneno narrando la sua storia riesce a parlare a se stessa, a sfogliare ricordi indelebili, ad affrontare momenti difficili, a sorride per alcuni ricordi e a soffrire per ogni perdita. E ogni emozione che sprigiona la condivide con chi è disposto ad accogliere dentro di sé i suoi sentimenti.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Tutte le recensioni di Redazione - Recensione Libro.it →