Trama libro “Toscana – Omaggio a San Vittore” di Mauro Montacchiesi

Citazione “Panorami ed immagini si manifestano come proiezioni del sogno, ricchi di gentilezza, di tonalità amabilmente languide, di magica estasi.”
Compra su amazon.it

“Toscana – Omaggio a San Vittore” di Mauro Montacchiesi: un libro vibrante

“Toscana – Omaggio a San Vittore” è un libro che vuole mostrare la bellezza e la profondità di una regione ricca di arte, di paesaggi magnifici e di personaggi che hanno fatto la storia.

Ho trovato interessante il progetto dello scrittore Mauro Montacchiesi che usa le sue esperienze, i suoi interessi e la sua cultura per scrivere libri e per condividere le sue passioni con il lettore.

Anche quest’opera, come le sue precedenti, è complessa per tutte le contaminazioni che ci sono, ma estremamente fruibile e piacevole. C’è storia, letteratura, arte, filosofia, poesia e molto altro ancora in questo testo.

Il libro “Toscana – Omaggio a San Vittore” è un inno che esalta tutto ciò che ruota attorno a una delle regioni più affascinanti d’Italia. E nasce, come dichiarato dall’autore stesso, dalla necessità di incontrare uomini, scrittori e personalità di spicco, legati ovviamente alla Toscana, che con la loro arte e i loro pensieri hanno lasciato il segno.

Mauro Montacchiesi con i suoi scritti riesce sempre a far compiere al lettore un viaggio per esplorare il mondo circostante, ma anche l’interiorità. La sua, quella delle persone di cui racconta e quelle del lettore stesso, portato a riflettere e lasciarsi attraversare dai temi.

Il libro è un omaggio a questa terra ricoperta di frutti buoni e succosi, di artisti talentuosi e geniali, alcuni che appartengono al passato, altri che ha avuto il piacere di incontrare durante eventi culturali. Di questi artisti ritroviamo analisi approfondite, prodotto di studi e ricerche.

Commento libro di Mauro Montacchiesi

“Toscana – Omaggio a San Vittore” è un libro quasi da studiare, poliedrico, piena di zone da cui guardare le opere, i paesaggi e i personaggi assorbendone lo spirito. C’è prosa, poesia, documentazione, memoria…

Ciò che vorrei evidenziare è l’analisi che l’autore fa di ogni aspetto, immergendosi nella storia, nella società che racconta, nella vita di chi ci presente. Lo fa dopo aver raccolto informazioni, letto biografie ed essersi immerso in ciò che scrive. Tutto questo per essere critico in modo approfondito e per non lasciare nulla di pendente. Tutto questo per farci arrivare al cuore del suo pensiero, di ciò che ci dice, come fosse una confidenza o una storia…

Leggi anche la recensione del libro “Napule è Napule”.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.