Quel fiore di mamma
Quel fiore di mamma

Trama romanzo Bianca come il latte, rossa come il sangue

Trama Due colori così contrastanti mostrano il coraggio e la paura di un ragazzo che attraverso il bianco e il rosso riesce a vedere i due mondi differenti che si trova a vivere.
Trama romanzo Bianca come il latte, rossa come il sangue

Prezzo: € 13,50

Di cosa parla Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro D’Avenia

Leo, protagonista del libro Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro D’avenia, è un ragazzo di sedici anni simile ai suoi coetanei, ha le stesse passioni, gli stessi sogni e passa le sue giornate chiacchierando con gli amici, senza mai staccarsi dal suo iPod.

La scuola è vissuta come uno strazio e tutti i professori sono una specie che lui desidera ardentemente che si estingua per sempre.

Quando nella sua classe arriva il nuovo professore di storia e filosofia, Leo si prepara al suo attacco. Ma basta poco per fargli capire che questo giovane insegnate ha qualcosa di diverso dagli altri. Il nuovo professore è lì per spronarli e per condurli a realizzare i loro sogni.

In Leo confluiscono due colori e due mondi completamente diversi, da una parte c’è il bianco che è la privazione, l’assenza, la perdita, dall’altra c’è il rosso che è l’amore, il colore del sangue, ma soprattutto il colore dei capelli di Beatrice.

Lui ha una passione immensa per Beatrice, anche se lei non lo sa, ma quando Leo scopre che la ragazza è malata e la sua malattia ha in sé il colore bianco inizia ad aver paura. Il ragazzo è costretto a sanguinare rosso per trovare la forza e la volontà di credere che bisogna sempre sperare e combattere.

Senza di te

Dal bel libro Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro D’avenia, pubblicato dalla casa editrice Mondadori, è stato tratto il film omonimo diretto da Giacomo Campiotti, con protagonista Luca Argentero.

Trama del libro Bianca come il latte, rossa come il sangue

Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori “una specie protetta che speri si estingua definitivamente”. Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c’è un nemico che lo atterrisce: il bianco.

Il bianco è l’assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell’amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l’ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Informazioni
Data recensione
Titolo
Bianca come il latte, rossa come il sangue
Punteggio
41star1star1star1stargray

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!