Trama romanzo “Io e te” di Niccolò Ammaniti

Trama Niccolò Ammaniti racconta l'adolescenza con il suo impareggiabile stile agrodolce.
Io e te Ammaniti
Compra su amazon.it
Prezzo: € 6,99

Di cosa parla “Io e te” di Niccolò Ammaniti

Il protagonista di “Io e te” di Niccolò Ammaniti è un quattordicenne schivo e introverso di nome Lorenzo. Si rifugia nella sua cantina per vivere una settimana di serenità.

Il ragazzo, infatti, stanco della finzione della società e dei fastidiosi bulli che gli rovinano le giornata, racconta di essere stato invitato a trascorrere la settimana bianca da un’amica.

Il protagonista di “Io e te” può così può godersi la sua cantina, in cui si rifugia leggendo romanzi horror, mangiando cibo in scatola e bevendo Coca Cola. A cambiare lo scenario arriva Olivia, sorella di Lorenzo, che con la sua vitalità afflitta riuscirà a far uscire dal guscio il fratello.

Niccolò Ammaniti affronta ancora una volta il mondo adolescenziale. Lo fa scrivendo un romanzo bello, venato da una struggente amarezza.

Dal libro è stato tratto nel 2012 l’omonimo film “Io e te” di Bernardo Bertolucci di cui è possibile vedere il trailer.

Quarta di copertina libro di Niccolò Ammaniti

Barricato in cantina per trascorrere di nascosto da tutti la sua settimana bianca, Lorenzo, un quattordicenne introverso e un po’ nevrotico, si prepara a vivere il suo sogno solipsistico di felicità. Niente conflitti, niente fastidiosi compagni di scuola, niente commedie e finzioni.

Il mondo con le sue regole incomprensibili fuori della porta e lui stravaccato su un divano, circondato di Coca-Cola, scatolette di tonno e romanzi horror. Sarà Olivia, che piomba all’improvviso nel bunker con la sua ruvida e cagionevole vitalità, a far varcare a Lorenzo la linea d’ombra, a fargli gettare la maschera di adolescente difficile e accettare il gioco caotico della vita là fuori. Con questo racconto di formazione Ammaniti aggiunge un nuovo, lancinante scorcio a quel paesaggio dell’adolescenza di cui è impareggiabile ritrattista. E ci dà con Olivia una figura femminile di fugace e struggente bellezza.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Davide Gambardella - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.