Trama Romanzo “Sangue e neve” di Jo Nesbo

Trama Un libro sentimentale che il pubblico appassionato dei libri di Jo Nesbo ha poco amato.
Compra su amazon.it
Prezzo: € 17,00

Trama e recensione libro “Sangue e neve” di Jo Nesbo

Non sempre una buona posizione in classifica di vendite coincide con un apprezzamento da parte del pubblico. Questo avviene soprattutto quando si ha una grande aspettativa e quando gli scrittori sono del calibro di Jo Nesbo.

Dopo una prima apparizione nelle posizioni alte delle classifiche si eclissano senza lasciare traccia, supportati inizialmente solo dai fan che acquistano a scatola chiusa il libro.

Lo scrittore norvegese che con i suoi thriller appassiona lettori di tutto il mondo, con il suo ultimo romanzo “Sangue e neve” sembra non convincere per nulla chi lo ha seguito in questi anni.

Al centro della storia abbiamo un uomo imbranato, che non ha una buona reputazione né come rapinatore, né come pappone, ma non è affidabile neppure come pusher.

C’è una cosa che però il protagonista di “Sangue e neve” sa fare: il killer. Olav viene assoldato dal boss Daniel Hoffmann con la richiesta di uccidere la moglie a causa del suo tradimento. Avere a che fare con questo caso non è per nulla facile, ma la situazione si complica ancora di più perché Olav invece di uccidere l’adultera se ne innamora. All’innamorato non resta molta scelta se non quella di uccidere il boss prima che sia lui a farlo fuori.

“Sangue e neve” dai più giudicato troppo sentimentale, minimalista e superficiale, è tutto il contrario di ciò a cui Jo Nesbo ci ha abituato finora con i suoi gialli.

Quarta di copertina del libro di Jo Nesbo

Negato come rapinatore di banche perché incasina le fughe, come pappone perché si affeziona alle prostitute. Negato come pusher o esattore di crediti perché non sa tenere i conti. Nel giro della mala, l’unica cosa che Olav è capace di fare è il liquidatore, il killer. Ma quando Daniel Hoffmann, il boss della droga di Oslo, gli ordina di uccidere sua moglie perché lo tradisce, persino lui capisce di essere finito in un mare di guai. Se poi, anziché uccidere la donna, Olav se ne innamora, è chiaro che il mare è destinato a diventare un oceano. Ormai braccato, gli resta una sola speranza: liquidare Hoffmann prima che Hoffmann liquidi lui, magari chiedendo aiuto al suo peggior nemico. Auguri.

Condividi che fa bene

Voto libro 3.5 su 5
Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.