Trama romanzo Strane creature di Tracy Chevalier

Trama Di cosa starà mai parlando Tracy Chevalier in questo suo ultimo romanzo? A quali strane creature si riferisce?
Strane creature di Chevalier
In questa pagina sono presenti link affiliati
Compra su amazon.it

Di cosa parla Strane creature di Tracy Chevalier

Strane creature di Tracy Chevalier è ambientato nel villaggio di Sussex, dove sbarcano le sorelle Philpot da Londra. Il libro è ambientato nel 1811.

Le ragazze sono ben vestite, alla moda e sono viste dagli abitanti del luogo come extraterrestri, strane creature venute da chissà dove. Donne bizzarre.

Margaret ha diciotto anni, un fisico definito e sfoggia i suoi turbanti verdi che fino ad allora erano sconosciuti alle ragazze del posto, che continuano ad indossare vestiti vecchio stile, tutte molto classiche nel loro atteggiamento.

Louise dai grandi e splendenti occhi grigi, nutre un amore profondo per la botanica e per questa sua strana passione non viene vista di buon occhio, dato che l’unico obiettivo per le donne del villaggio è quello di trovare marito e prendersi cura dei propri figli.

Elizabeth è delle tre la più grande, ha venticinque anni, è una donna colta, ma è considerata una povera zitella dalle altre ragazze del posto, perché non ha ancora trovato marito. Ma lei sta bene è contenta di quello che fa, vive felicemente da donna libera e indipendente.

Elizabeth passa la maggior parte del suo tempo con Mary, la figlia dell’ebanista. Da bambina è sopravvissuta inspiegabilmente a un fulmine che ha ucciso le due donne che erano con lei. Mary, è un’altra donna che è considerata un essere particolare, trascorre molte ore sulla spiaggia e lì dice di aver visto creature strane, coccodrilli giganteschi. Di cosa si tratta?

Strane creature di Tracy Chevalier, romanzo pubblicato dalla casa editrice Neri Pozza, è un libro in cui immergersi per andare alla scoperta di queste creature ambigue.

Un altro bel romanzo di Chevalier, che non riesce a eguagliare il successo del best seller internazionale La ragazza con l’orecchino di perla, ma che è in grado di far appassionare ai personaggi che racconta.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.