Benzina
Benzina

Recensione Libro Una vita da carcerato

Un mondo la cui esperienza ti stravolge la vita e quell’arresto, o gli arresti che si susseguono, sono sempre momenti indimenticabili, dove convergono dramma e comicità: ci sarà sempre una frase detta o un’azione sconnessa fatta da chicchessia, guardia o ladro, su cui in cella, superati i primi giorni traumatici, ci si farà una risata.
Jimbo - Isis e la strategia del terrore
Recensione Libro Una vita da carcerato

Di cosa parla Una vita da carcerato di Andrea Furbini

Un libro di forte impatto quello di Andrea Furbini dal titolo Una vita da carcerato, autobiografia pubblicata dalla casa editrice Paolo Loffredo Iniziative editoriali.

Una storia raccontata è una sorta di atto di accusa contro il sistema carcerario in generale e in particolare contro le istituzioni che permettono certi tipi di abusi che annientano l’uomo.

Tutte le critiche mosse dallo scrittore di Una vita da carcerato non sono semplici osservazioni di chi guarda da fuori ma vere e proprie denunce da parte di chi in quel sistema c’è stato e ha subito il carcere in prima persona, detenuto in un ambiente ostile e complesso.

Andrea Furbini racconta con sonetti ironici, in romanesco, di come quest’esperienza lo abbia segnato, cambiato e influenzato. Ne è uscito ovviamente diverso, cambiato nel profondo, come se quell’uomo con cui si confronta quotidianamente non fosse più lui.

Oltre

Ogni emozione e racconto è la conseguenza di quello che ha vissuto all’interno del carcere e per questo le critiche al sistema hanno fondamento. Furbini ci tiene a precisare che da detenuto ha anche tratto qualcosa di positivo, essendone uscito amante della cultura, della lettura e con una voglia di riscoprire il bello che c’è nelle cose e nelle persone.

È stato proprio dietro le sbarre che Andrea Furbini ha intrapreso degli studi e deciso di scrivere sonetti satirici attraverso cui ha raccontato la sua vita in carcere, toccando anche altri temi sociali e politici. Leggendo questo libro si conosce la sua quotidianità, ma anche quella di altri detenuti, e tutto quello che gli è accaduto dal momento dell’arresto fino alla scarcerazione.

Con ironia lo scrittore riesce a rendere Una vita da carcerato un libro come non ce lo aspetteremmo, diretto, pieno di emozioni, vissuto da dentro e condiviso con i lettori.

Per maggiori informazioni: Paolo Loffredo Iniziative Editoriali

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!