Una vita normale di Sara Emma Calvitto: recensione libro

Nei giorni successivi però aveva deciso che doveva essere orgogliosa di avere una vita diversa dai suoi compagni, meno piatta e banale, che doveva fare tesoro di quell’esperienza per rendersi utile.
Una vita normale di Sara Emma Calvitto: recensione libro

Prezzo: € 18,00

Trama, recensione e commento libro Una vita normale di Sara Emma Calvitto

Una vita normale di Sara Emma Calvitto è una storia grande e piena di significato. Questa storia centrale abbraccia tante eventi che ruotano attorno alla vita della protagonista.

La scrittrice riesce a mostrarci come un fatto accaduto lontano da noi possa influenzare le nostre esistenze in maniera netta.

Il classico effetto farfalla secondo cui il battito di ali, muovendo particelle, può produrre grandi cambiamenti sul sistema anche a distanza di tempo e in un luogo distante. Cambia così il futuro in modo sostanziale portandosi in una direzione o in un’altra.

Trama libro Una vita normale di Sara Emma Calvitto

Nel 2008 ci fu il crollo della Lehman Brothers, una società di servizi finanziari. Cosa c’entra un evento accaduto in America con Belluggio, un piccolo borgo che si trova vicino Milano?

Leggendo il romanzo, il lettore capirà come il crollo abbia influenzato la vita di Viola, una ragazza che frequenta il liceo. Il papà dopo i fatti della Lehman Brothers rischia il lavoro e inizia la sua battaglia di protesta con i colleghi sui tetti dell’azienda.

Lo stesso giorno del crollo della banca, una giovane supplente arriva a scuola di Viola dal Molise, proprio come lei emigrata da quella regione. La donna vive una profonda crisi con il marito stringe una relazione con un compagno di classe di Viola.

Questi due eventi sono solo alcuni dei tanti che accadono attorno alla protagonista, investita da forti sentimenti, spesso contrastanti.

Roberta Gelsomino

Per lei non è facile dover subire ciò che le succede, il padre che perde il lavoro, i soldi che mancano, le preoccupazioni a casa, l’amico che si allontana. Soprattutto non è facile quando una sua antagonista in amore, proprio la persona in cui credeva di più in quel momento, le porta via il ragazzo su cui ha investito il suo affetto. E nonostante tutto sarà l’unica a non giudicare e a non puntarle il dito contro.

Lei vorrebbe solo una vita normale, ma pare che il destino non gliela voglia concedere. Sembra che quel battito di ali che c’è stato negli Stati Uniti stia creando una tempesta distruttiva nel suo cuore e attorno a lei.

Viola subisce gli effetti, quando ha un unico desiderio: essere se stessa sentendosi accettata. Il padre si aggrappa con le unghie e con i denti all’ultima speranza che gli resta: riuscire a proteggere la sua famiglia. La supplente pensa alle apparenze del suo matrimonio, ma poi si butta tra le braccia di uno studente.

Il crollo emotivo di ognuno è inevitabile.

Commento libro di Sara Emma Calvitto

La scrittrice Sara Emma Calvitto è riuscita a scrivere un romanzo semplice, ma con temi di cui discutere. Il crollo della banca in America, le conseguenze di crisi economica in Italia, le incertezze personali, la forza delle famiglie che cercano di contrastare i problemi. La precarietà, la forza, la determinazione sono tutti elementi centrali del libro Una vita normale.

La trama riserva dei bei colpi di scena, la scrittura è scorrevole e appassionante, non c’è nulla di banale né qualcosa che sia fuori posto.

Nonostante i protagonisti delle vicende siano vari, non si perde mai il filo, anzi il lettore si sente coinvolto nelle esistenze dei personaggi.

La Calvitto ha scritto una bella storia, recente, che ancora possiamo avvertire addosso come i protagonisti del libro.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.