Zetafobia
Zetafobia

Recensione Libro Victoria

Vittoria non aveva un’idea chiara di cosa significasse essere regina. Le erano state impartite lezioni di storia dall’istitutrice Lehzen ed era stata ben istruita sulla Costituzione dal Decano di Westminster, ma nessuno le aveva mai detto in che modo una regina trascorresse le sue giornate.
Recensione Libro Victoria

Prezzo: € 9,90

Di cosa parla Victoria di Daisy Goodwin

Victoria (2017), l’ultimo libro di Daisy Goodwin, edito da Sonzogno, è stato scritto immaginando l’adolescenza di Alexandrina (per tutti Drina), la più importante e potente donna del XIX secolo e raccontando la vera storia della regina Vittoria (come decise lei di chiamarsi) attraverso documenti e diari.

Alla morte di sua Maestà William IV, suo zio, Vittoria sale sul trono d’Inghilterra, un mese dopo il suo 18° compleanno. Lei è legalmente Regina e pronta a prendere le redini del potere, malgrado sua madre e il suo consigliere Sir John Conroy la credono immatura e vorrebbero influenzarla sulle scelte da fare riguardo gli affari di Stato.

Adolescente malinconica, non certo bella, Vittoria diventata regina da subito, mostra la sua determinazione e il suo coraggio, grazie anche al sostegno di Lord Melbourne, che nomina suo segretario personale. Sebbene il potere la seduca e le conferisca una straordinaria energia, le prime mosse della giovane e inesperta Vittoria sono piuttosto avventate, soprattutto quando solleva pesanti, e ingiusti, sospetti contro l’inseparabile dama di compagnia di sua madre, accusata di intrattenere una relazione con l’odioso Conroy.

Questo e altri passi falsi gettano una luce sinistra sulla regina, che non piace né al parlamento né ai sudditi. Gli scandali si succedono, insieme agli intrighi della corte per ostacolare la sua ascesa. Inoltre, agli stentati inizi si aggiunge un matrimonio di pura convenienza dinastica che le pesa accettare. Le nozze con il cugino tedesco Albert di fatto si riveleranno il felice punto di svolta della sua vita pubblica e sentimentale.

Vittoria d’Inghilterra, così, grazie alla non comune abilità politica e all’intrepida personalità, segna la storia dell’Ottocento britannico e diventa una delle più grandi figure femminili della storia europea.

Il romanzo sulla grande regina, da cui è tratta l’omonima serie tv di grande successo, trasmessa in Italia da Laeffe, racconta non solo quindi la vicenda pubblica ma anche quella privata e sentimentale di Victoria d’Inghilterra, che governò per ben 63 anni.

Victoria, romanzo storico, abilmente narrato nell’ultima fatica di Daisy Goodwin riesce a farci entrare nei salotti d’epoca, farci conoscere gli usi e i costumi del tempo, farci immergere nella politica inglese ed europea dell’Ottocento e, in particolar modo, farci considerare l’evoluzione della condizione femminile del periodo vittoriano.

Recensione scritta da Milena Privitera

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.