Vincitore Premio Campiello 2013: Ugo Riccarelli con “L’amore graffia il mondo”

Vincitore Premio Campiello 2013.
Compra su amazon.it
Prezzo: € 19,00

Ugo Riccarelli vincitore indiscusso del Premio Campiello 2013

Ugo Riccarelli è il vincitore del Premio Campiello 2013 con “L’amore graffia il mondo”. Questo romanzo dell’autore premiato scuote l’anima raccontando della fragilità e della forza delle donne.

Forse tutti si aspettavano che Ugo Riccarelli, nome di maggior rilievo di questa edizione del Premio Campiello, vincesse con il suo ultimo romanzo.

Riccarelli è uno scrittore di successo che è stato conosciuto e apprezzato dal grande pubblico con il romanzo “Il dolore perfetto” , vincitore nel 2004 del Premio Strega. Ugo Riccarelli è morto nel luglio 2013 lasciando un grande vuoto nella letteratura italiana.

Il suo modo di raccontare la fragilità umana e i sentimenti spesso taciuti dei protagonisti dei suoi romanzi l’ha reso uno dei migliori scrittori italiani degli ultimi anni. Purtroppo non ci saranno più libri del calibro de “Il dolore perfetto” e dovremo riporre tutta la nostra attenzione su “L’amore graffia il mondo”.

Ugo Riccarelli è stato l’unico scrittore ad aver vinto il Premio Campiello in seguito alla sua scomparsa. Il Premio, infatti, è stato ritirato dalla moglie Roberta Bortone, visibilmente emozionata. La donna ha ricordato quanto il marito fosse un uomo ironico.

Lo scrittore in uno degli incontri dedicati al Premio Campiello 2013 aveva dichiarato che il suo libro “L’amore graffia il mondo” è un omaggio a tutte le donne, eroine del vivere quotidiano.

Quarta di copertina del libro “L’amore graffia il mondo”

È come se portasse il destino nel nome. Signorina: suo padre, capostazione in un piccolo paese di provincia, l’ha chiamata così ispirandosi al soprannome di una locomotiva di straordinaria eleganza. E creare eleganza, grazia, bellezza è il suo talento. Potrebbe diventare una grande stilista, ma ci sono il fascismo, la povertà, la guerra… È così che Signorina rinuncia a desideri e aspirazioni, soffocando anche la propria femminilità, con una generosità istintiva e assoluta. E quando anche lei si scopre donna e conosce l’amore, il sogno dura troppo poco, sopraffatto da doveri, fatiche e dalla prova più difficile: un figlio nato troppo presto e nato malato. Ancora una volta Signorina sfodera il suo coraggio e la sua determinazione…

“L’amore graffia il mondo” è il ritratto appassionante di una donna più forte delle proprie fragilità e del vento della storia, ma è anche la saga di una grande famiglia, l’epopea dell’amore viscerale e della speranza più visionaria. Ed è la celebrazione della forza dell’immaginazione: perché bastano pochi semplici gesti per vestire di bellezza il mondo.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.